Rave Party tra Nichelino e Beinasco. Sgombero delle Forze dell’Ordine

0
389

di Redazione, #Cronaca

Le Forze di Polizia stanno facendo accesso all’area del rave party, dove risultano ancora presenti centinaia di persone, al fine di impedire l’ulteriore prosecuzione dell’abusiva occupazione di terreni ed edifici. Nella decorsa notte è proseguito il deflusso dei partecipanti al rave che sono stati identificati e controllati ai “check point” predisposti, sin dall’inizio, nell’ambito dei servizi di ordine pubblico coordinati dalla Questura di Torino.

Allo stato, le forze dell’ordine hanno identificato oltre 3000 persone e circa 1500 mezzi tra auto, camper e furgoni mentre sono in corso le procedure di identificazione e controllo dei partecipanti al rave e dei veicoli ancora all’interno dell’area.

Nel corso delle scorse notti, erano stati predisposti mirati servizi per allontanare i partecipanti al rave party, alcune migliaia di persone, in corso all’interno di un’area industriale abbandonata sita tra i comuni di Nichelino e Beinasco. L’invio dei primi contingenti delle Forze di Polizia ha consentito di bloccare l’arrivo di ulteriori persone, auto e camper provenienti anche dalla Francia.

I partecipanti al rave hanno cercato di forzare, con i propri mezzi, gli sbarramenti delle Forze dell’ordine lanciando sassi, bottiglie e artifizi esplodenti verso gli operatori di Polizia. Nel corso delle azioni di alleggerimento dei Reparti inquadrati che si sono rese necessarie, sono rimasti feriti due poliziotti in servizio presso il Reparto Mobile di Torino, che hanno riportato contusioni.

Nei giorni scorsi erano proseguiti il presidio degli accessi all’area da parte delle forze dell’ordine e le operazioni di identificazione. Inoltre, la Polizia Stradale sta sanzionando e procedendo alla rimozione dei veicoli parcheggiati in violazione del codice della strada.

 

(31 ottobre 2021, ultimo aggiornamento 1 novembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata