Maria Stella Gelmini invita Salvini a farsi i fatti suoi, ma da vera signora non lo dice

Pubblicità

Altri Articoli

CONDIVIDI

di Giovanna Di Rosa

Il senso del discorso è “fatti fatti tuoi” ma Donna Gelmini delle pessime scelte sull’Università e sulla Scuola è una Signora e non lo dice. Non gli dice nemmeno “Guarda in casa tua” che farebbe troppo contadinotte che si scannano per la dimensione delle uova delle proprie galline; gli dice invece: “Salvini rispetti dibattito interno a partito che, per il momento, non è il suo”.

Pur senza entrare in quell’inquietante “per il momento” la risposta di Donna Gelmini del “oggi le canto chiare” raggiunge il segretario leghista oggi anche pacifista disposto ad andare “dappertutto e a piedi” pur di conseguire la pace – sperando che gli vada meglio che in Polonia – dopo che quest’ultimo è entrato a gamba tesa nel dibattito interno a Forza Italia con un inopportuno: “Contare fino a cinque prima di criticare Berlusconi”.

Gelmini lo ha così invitato a farsi un giro nell’orto a raccogliere ortiche riferendosi a quello che lei ritiene, da ex coordinatrice regionale di Forza Italia, da ex ministra, una “certa ambiguità” del capo ottuagenario sulla questione della Guerra di Putin scatenata in Ucraina. “Ho posto in Forza Italia un tema di linea politica su una posizione che comprendo bene non sia quella di Salvini, ma che riguarda la collocazione europeista ed atlantista di Forza Italia. Un problema che evidentemente esiste, visto che per due volte il partito è dovuto intervenire a chiarire, a prescindere da me“. Ed ecco servito Salvini, quello stesso Salvini al quale si sta svuotando la Lega e che non ha bisogno dei consigli dell’UE.

Gelmini nei giorni scorsi, non è la prima volta che si mette di traverso alle dichiarazioni balzane di Berlusconi, aveva dichiarato anche “Non riconosco più Berlusconi. In Forza Italia preoccupati di Salvini e non di essere in linea con la Nato”.

 

(23 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 



Pubblicità