Home » notizie » Brian Eno, “No alla mia musica nello spettacolo pro-Israele” e TorinoDanza ubbidisce

Brian Eno, “No alla mia musica nello spettacolo pro-Israele” e TorinoDanza ubbidisce

Batsheva Dance Companydi Gaiaitalia.com

 

 

 

Dal Regno Unito è arrivata come un fulmine la lettera del compositore Brian Eno  che ha fatto esplodere il caso Israele-Plaestina a TorinoDanza, la bella rassegna dedicata alla danza  che il capoluogo piemontesse organizza annualmente nell’ambitod el festival MiTo. Il brano di Brian Eno era contenuto nello spettacolo della compagnia israeliana Batsheva, spettacolo d’inaugurazione della kermesse, ma la lettera giunta a direzione artistica e compagna ha costretto alla rimozione del nome di Eno dal programma ufficiale online e dalla lista dei brani utilizzati dalla compagnia, che ha dovuto sostituirlo.

Brian Eno da anni è sostenitore di “Bds”, nota campagna mondiale a guida palestinese per il “Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni” nei confronti di Israele. L’artista è anche firmatario, insieme a numerosissimi altri artisti in Gran Bretagna (1700) dellaa dichiarazione “Artisti per la Palestina” che imepgna i firmatari a a non intrattenere rapporti con il governo israeliano, tra i patrocinatori dello spettacolo e della rassegna.

 

 

 

 

 

(7 settembre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi