Home » Comune di Torino » Torino, al via la progettazione partecipata per la riqualificazione de “La Clessidra”

Torino, al via la progettazione partecipata per la riqualificazione de “La Clessidra”

torino-clessidradi Redazione

 

 

 

E’ la Clessidra – lo spazio verde tra i corsi Galileo Ferraris ed Enrico De Nicola, via Tirreno e largo Orbassano – l’area scelta per essere riqualificata utilizzando i 500mila euro che Palazzo Civico, attraverso il progetto “bilancio deliberativo”, destina annualmente a una delle Circoscrizioni allo scopo di finanziare un’opera o un intervento di riqualificazione proposto direttamente dai cittadini.

Scelto il luogo del quartiere Crocetta da riqualificare, tra qualche giorno prenderà il via un percorso di “progettazione partecipata” in quattro tappe: dal 21 settembre al 6 ottobre saranno organizzati sei incontri pubblici per discutere opportunità e criticità dell’area oggetto di intervento, dal 27 ottobre al 29 novembre un gruppo di cittadini lavorerà (con il supporto di tecnici comunali) alla predisposizione di due o più progetti, dall’1 all’11 dicembre i cittadini saranno invitati a votare per scegliere il progetto da presentare al Consiglio comunale al fine di essere inserito nel bilancio deliberativo 2017 e poi, dal mese di gennaio, i residenti della Circoscrizione Uno continueranno ad essere coinvolti nella fase di realizzazione delle opere, verificando stato e andamento generale dei lavori e contribuendo a trovare soluzioni per aspetti progettuali secondari.

La Centro-Crocetta è la seconda zona della città in cui sarà realizzato un intervento finanziato dal bilancio deliberativo.  Lo scorso anno era toccato alla Circoscrizione  Aurora, Vanchiglia, Sassi e Madonna del Pilone e l’iniziativa aveva coinvolto mille e 800 persone che, votando, avevano scelto per i loro quartieri il progetto “Il verde di casa nostra” per la riqualificazione di piccoli spazi in prossimità di piste ciclabili, chioschi e bar, e la realizzazione di giochi per bambini, aree pic-nic ed attrezzature per adolescenti. In particolare, nelle aree verdi di via Farini, il progetto vincitore aveva previsto nuova pavimentazione e collegamento alle piste ciclabili di Lungo Dora e corso Regina, e la sostituzione della fontana dismessa nella piazzetta di via Catania e degli impianti di illuminazione con pannelli fotovoltaici.

 

 

 

 

(14 settembre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi