Home » copertina » Movie Tellers, rassegna di cinema piemontese dal 4 al 31 maggio in 13 città

Movie Tellers, rassegna di cinema piemontese dal 4 al 31 maggio in 13 città

di Gaiaitalia.com

 

 

 

 

Movie Tellers – Narrazioni cinematografiche è una rassegna diffusa sull’intero territorio regionale che dal 4 al 31 maggio, in 13 diverse città e sale, propone 12 film realizzati in Piemonte in un cartellone di 28 giornate complessive di proiezioni.

L’iniziativa è la prima “prova sul campo” del progetto Piemonte Cinema Network – promosso da Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival e curato dall’Associazione Piemonte Movie – che punta alla promozione e diffusione della settima arte legata alla nostra regione, attraverso una rete che unisce cinema, associazioni culturali e diverse realtà pubbliche e private. Un progetto che punta al consolidamento di un circuito di presìdi cinematografici locali dove promuovere film, eventi e festival di risonanza regionale e nazionale, ricevendo in cambio dalle comunità locali stimoli e proposte che possano rafforzare il sistema cinema piemontese.

Attraverso un’offerta culturale ampia, diversificata e di qualità Movie Tellers porta nelle sale cinematografiche film ‘a km zero’, con gli autori e i protagonisti che li accompagnano e li presentano, per avere più pubblico per i film e più spettatori nei cinema.

In questa edizione zero sono stati selezionati 12 titoli – 4 lungometraggi, 4 documentari e 4 cortometraggi – che mostrino le diverse facce della produzione locale, una restituzione in sala della varietà dei film che ogni anno si girano in regione.

Lungometraggi con cast di spicco come il dramma al femminile che vede protagoniste Margherita Buy e Valeria Golino ne La vita possibile di Ivano De Matteo, un omaggio a una Torino che non c’è più in Mirafiori Lunapark di Stefano Di Polito con Alessandro Haber, Antonio Catania e Giorgio Colangeli, il rapporto padre-figlio nella Casale Monferrato martoriata dall’amianto raccontato ne Un posto sicuro di Francesco Ghiaccio con Marco D’Amore, uno spaccato di varietà umane che ruota attorno al Banco dei pegni Le ultime cose di Irene Dionisio con Fabrizio Falco e Roberto De Francesco.

 

Cinema del Reale come Ombre dal fondo di Paola Piacenza in cui Domenico Quirico racconta la sua esperienza di giornalista dal fronte, A Bitter Story di Francesca Bono che mostra uno spaccato di vita della comunità cinese stabilitasi nel Cuneese, I cormorani di Fabio Bobbio sul delicato passaggio dall’infanzia all’adolescenza, Nome di battaglia donna di Daniele Segre che mette in luce il fondamentale ruolo giocato dalle donne, durante la Resistenza.

Cortometraggi quali An Afterthought di Matteo Bernardini ripropone la favola originale di Peter Pan, Neve rosso sangue di Daniel Daquino ricostruisce l’eccidio partigiano in Valmala nel ‘45, Quello che non si vede di Dario Samuele Leone è la storia di un uomo che, per vivere, prepara caffè in modo insolito e Lo Steinway di Massimo Ottoni, splendido lavoro di animazione che parla di fratellanza ai tempi della Grande Guerra.

Le 12 opere compongono un calendario di proiezioni che porta a ognuna 7 passaggi in sala, combinati in un format che propone un lungometraggio, un documentario e un cortometraggio in un unico appuntamento, con un costo di ingresso volutamente accessibile, di 5 euro (ridotto 3 euro).

Una programmazione di qualità che arriva in 13 sale cinematografiche selezionate in collaborazione con Agis-Anec Piemonte e Valle d’Aosta, e che hanno aderito alla creazione del circuito distributivo di Movie Tellers, accogliendo il progetto in 13 città dislocate4 capoluoghi e 9 comuni – in 7 province.

In ognuna delle sale dei 4 capoluoghi si terranno 4 giornate di proiezioni, mentre nei 9 comuni l’appuntamento con la cinematografia piemontese si svolgerà in un’unica giornata, fatta eccezione per Candelo, storico punto di riferimento dell’intera provincia biellese, per gli appassionati di film d’essai.

4 CAPOLUOGHI: Alessandria – Cinema Kristalli e Sala Ferrero Teatro Comunale; Asti – Cinema Pastrone; Cuneo – Cinema Lanteri; Vercelli – Cinema Italia

9 COMUNI: Acqui Terme (Al) – Cinema Cristallo; Candelo (Bi) – Cinema Verdi; Cherasco (Cn) – Cinema Galateri; Chieri (To) – Cinema Splendor; Ivrea (To) – Cinema Boaro; Omegna (Vb) – Cinema Teatro Sociale; Pinerolo (To) – Cinema Ritz e San Damiano (At) – Cinema Lux

Cinema che già abitualmente riservano un’attenzione particolare ai film fuori dai circuiti mainstream e che scegliendo di abbracciare il progetto Movie Tellers, trovano un sostegno alla propria attività di operatori privati che promuovono quotidianamente un prodotto culturale.

MOVIE TELLERS è una rassegna ampia che coinvolge non solo le sale cinematografiche e le città che le ospitano, ma anche realtà locali e non quali Associazione Stampa Subalpina, Centro Sperimentale di Cinematografia, Centro Nazionale del Cortometraggio, Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea, Alessandria Film Festival, Cherasco Eventi, Cineforum Omegna, Associazione Vertigo, Associazione Rosse Torri, Circolo del cinema – Cineclub Ivrea, Associazione Il Trabucco – Basso Monferrato, Associazione TraMe.

Una solida base da cui partire per instaurare sempre più quelle relazioni fondamentali con il territorio, grazie alle quali far crescere il circuito distributivo regionale e stimolare la nascita di una rete regionale non estemporanea, ma radicata nei cinema e nelle città, obiettivo in cui Piemonte Movie si impegna da anni con i suoi Presìdi cinematografici locali (attualmente 33).

“Con il Progetto Piemonte Cinema Network, che vede tra i promotori la Regione e gli enti principali che compongono il sistema cinematografico piemontese, per noi si chiude un cerchio aperto nel 2010, quando inaugurammo autonomamente i nostri primi Presìdi cinematografici locali sul territorio regionale” dichiara Alessandro Gaido, direttore artistico di Movie Tellers, “E siamo particolarmente contenti che questo cerchio si chiuda coinvolgendo anche Slow Food, alla quale ci siamo ispirati per i nostri presìdi in termini di politica culturale e organizzativa. Con Movie Tellers – Narrazioni cinematografiche prende vita l’idea un circuito regionale per la diffusione dei film realizzati in Piemonte e per la promozione delle opere dei registi locali. Lavoreremo affinché questo evento possa trasformarsi in un circuito “protetto” che permetta ai film “a bassa distribuzione” di farsi conoscere dal pubblico nel corso di tutto l’anno. Allo stesso tempo ci auguriamo che questa rete, composta da sale cinematografiche e diverse realtà culturali, venga utilizzata anche da festival e rassegne radicati sotto le Alpi per diffondere e ramificare la propria attività sull’intero territorio regionale.”

Partner principale di Movie Tellers è infatti Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta che, insieme a Coldiretti, proporrà all’interno di ogni evento un momento di convivialità legato ai piaceri del cibo, assecondando la naturale propensione del territorio piemontese, da anni riconosciuta terra di eccellenze cinematografiche ed enogastronomiche.

 




 

(19 aprile 2017)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi