Home » Cronaca Regione » Il manganello di Appendino per far rispettare le delibere

Il manganello di Appendino per far rispettare le delibere

Le prima tensioni in piazza Santa Giulia a Torino nella foto di Repubblica.it

di G.G.

 

 

 

 

Forse inviare gli agenti in tenuta anti sommossa per verificare che un’ordinanza sia rispettata non è proprio una buona idea; nemmeno è buona idea quella cdi circondare i poliziotti che controllano per intimidirli. Fatto sta che la Torino perfetta vaticinata, e venduta a scopi elettorali, dalla Sindachissima Appendino è molto al di là dal realizzarsi e gli ultimi episodi in piazza Santa Giulia fanno pensare che, dopo i fatti del 3 giugno, Appendino abbia scelto la linea della maniere forti che sono sempre utili ad individuare un colpevole che colpisca l’opinione pubblica e a coprire le incapacità di chi governa.

Così nascono gli scontri violenti a Torino durante i controlli nel cuore di uno dei quartieri del divertimento torinesi. Attorno alle 21 la Polizia si presenta in forze per “evitare le tensioni”. Nasce uno scontro, l’ennesimo, tra giovani dei centri sociali e le forze dell’ordine impegnate (in tenuta antisommossa?) nei controlli del rispetto dell’ordinanza che vieta dalle 20 la vendita di alcolici da asporto. Un poliziotto è pestato. Altri quattro feriti tra gli agenti.

I disordini, raccontati così da diversi quotidiani, parola più parola meno, sembrano essere imputabili ai centri sociali non nuovi alle scaramucce con gli agenti; Repubblica Torino parla di giovani molti vicini al centro sociale Askatasuna, di due fermati, una decina di feriti, caos, cariche violente che colpiscono indiscriminatamente manifestanti e avventori dei tanti locali della zona.

Dato che repetita juvant siamo nuovamente a chiedere: siamo sicuri che inviare gli agenti in tenuta anti sommossa per verificare che un’ordinanza sia rispettata sia proprio una buona idea? Non si rischiano atteggiamenti e misure fascistoidi in una città già messa a dura prova dalle incompetenze e rigidità della giunta dei miracoli abortiti al potere?

Abbiamo contattato esponenti politici della città di Torino e comuni cittadini che sappiamo avere assistito agli eventi. Siamo in attesa delle loro risposte alle domande che via email abbiamo loro inviato; non appena le avremo ricevute integreremo questo articolo con le loro dichiarazioni e nuove informazioni.

 

 

 

(21 giugno 2017)

 





 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi