Home » notizie » Valle d’Aosta, 9ª edizione del Premio regionale per il Volontariato

Valle d’Aosta, 9ª edizione del Premio regionale per il Volontariato

di Redazione #Aosta twitter@gaiaitaliacomlo #Volontariato

 

 

La Presidenza del Consiglio regionale ricorda che scade alle ore 13.00 di venerdì 3 agosto 2018 il termine per la presentazione dei progetti candidati alla nona edizione del Premio regionale per il Volontariato. Istituito nel 2010 dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta, il Premio ha come finalità la valorizzazione del ruolo del volontario nella società e la diffusione della cultura della solidarietà. In particolare, valuta le attività rivolte al miglioramento della vita, alla promozione e alla valorizzazione dei diritti delle persone in campo socio-assistenziale, socio-sanitario e socio-educativo.

Quest’anno l’iniziativa è sostenuta dall’Associazione Amici Fiamme Gialle Valle d’Aosta, dai Lions Clubs “Aosta Host”, “Aosta Mont-Blanc” e “Cervino”, nonché dei Rotary Clubs “Aosta” e “Courmayeur Valdigne”; si avvale inoltre della collaborazione del CSV.

Anche l’edizione 2018 riserva alcune novità, a partire dal numero di riconoscimenti previsti: accanto al Premio, consistente in una somma in denaro di 5.000 euro assegnata al miglior progetto sul territorio regionale, saranno assegnati cinque riconoscimenti, del valore di 4.000 euro ciascuno, a cinque progetti giudicati particolarmente meritori.

Possono candidarsi le associazioni di volontariato non-profit riconosciute, le associazioni di promozione sociale senza scopo di lucro, i gruppi di volontari appartenenti ad un’associazione di volontariato non-profit riconosciuta, gli enti che abbiano finalità di solidarietà sociale. Tutti questi soggetti devono operare sul territorio valdostano.

Le proposte di candidatura possono essere presentate da associazioni di volontariato con sede in Valle d’Aosta, dal Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta e da enti pubblici o privati che abbiano sede in Valle d’Aosta.

Le proposte di candidatura dovranno essere inviate, entro e non oltre le ore 13.00 di venerdì 3 agosto 2018, tramite Pec all’indirizzo consiglio.regione.vda@cert.legalmail.it, oppure via fax al n. 0165/526257, oppure ancora a mano al seguente indirizzo: Consiglio regionale della Valle d’Aosta – Ufficio Protocollo, piazza A. Deffeyes, 1, 11100 Aosta.

Al momento della candidatura, l’associazione, il gruppo o l’ente dichiara di accettare la candidatura; di impegnarsi, in caso di attribuzione del premio o del riconoscimento, alla realizzazione, entro il 31 dicembre 2020, dell’intero progetto presentato; di destinare alle attività e alle azioni relative al progetto presentato le somme in denaro assegnate con il premio o il riconoscimento; di impegnarsi a inserire, nell’eventuale materiale promozionale e divulgativo concernente il progetto vincitore, il logo del Consiglio regionale, secondo modalità da concordare con l’Ufficio Attività culturali e Cerimoniale, il quale dovrà preventivamente visionare e approvare tutte le relative bozze.

L’assegnazione del premio e dei riconoscimenti è affidata ad un’apposita giuria, presieduta dal Presidente dell’Assemblea valdostana e da un eventuale Presidente onorario, nominata dallo stesso e composta dai membri dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale (o loro delegati), due rappresentanti dell’Associazione Amici Fiamme Gialle Valle d’Aosta, un rappresentante per ogni Lions Club e Rotary Club che sostiene il Premio (salvo diversa indicazione da parte degli stessi), quattro rappresentanti della società civile, di cui almeno due in rappresentanza del mondo del volontariato della Valle d’Aosta.

Per l’assegnazione del Premio e dei riconoscimenti saranno valutati i progetti in fase di attuazione, oppure da svolgersi, che comportino un preventivo di spesa, al netto di eventuali contributi di enti pubblici o privati, uguale o superiore all’importo del Premio o del riconoscimento da assegnare e che abbiano delle ricadute sul territorio della Valle d’Aosta.

I progetti pervenuti saranno valutati secondo i criteri dell’originalità ed innovatività della proposta, nonché della capacità di fare rete, della sostenibilità del progetto nel tempo, dei destinatari e del cofinanziamento da soggetti esterni.

È poi prevista una valutazione relativa agli anni di presenza dell’associazione sul territorio: periodo 0-2 anni (0 punti); periodo 2-5 anni (2 punti); periodo 5-10 anni (4 punti); periodo 10-15 anni (6 punti); periodo 15-20 anni (8 punti); oltre 20 anni (10 punti). La consegna del premio avrà luogo a Quart, nella sede della Fondazione Sistema Ollignan, nel mese di settembre 2018.

In caso di assegnazione del Premio o dei riconoscimenti, l’associazione, il gruppo o l’ente dovrà consegnare, entro il 31 dicembre 2020, il rendiconto del progetto, comprensivo del bilancio consuntivo delle attività premiate e dei relativi dettagli di spesa; il Premio o i riconoscimenti saranno liquidati unicamente dietro presentazione di tale documentazione. I progetti potranno aver ricevuto sponsorizzazioni e finanziamenti in denaro da enti pubblici o soggetti privati; in ogni caso, il disavanzo risultante dal bilancio consuntivo dovrà essere, al netto di tali contributi, uguale o superiore all’importo del Premio o dei cinque riconoscimenti.

 





 

(9 luglio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi