Home » notizie » Alberto La Tassa: la tradizione si intreccia con l’attualità in una collettiva a Torino

Alberto La Tassa: la tradizione si intreccia con l’attualità in una collettiva a Torino

di Redazione #Torino twitter@torinonewsgaia #Arte

 

Parte da Torino il 31 ottobre A COLLECTION, la prima tappa di un grande progetto che intreccia la ricerca contemporanea di giovani ma affermati artisti del panorama italiano alla visione creativa delle nuove tecniche di tessitura. Il progetto prende forma in 10+1 affascinanti grandi arazzi contemporanei realizzati con straordinari filati ottenuti dalla lavorazione della plastica riciclata. Un’operazione per affermare come sia possibile, con la ricerca tecnologica e la creatività, unire l’attenzione per l’ambiente alla produzione di opere d’arte realizzando, da un prodotto considerato “rifiuto”, un oggetto contemporaneo di alto livello, di lusso in quanto opera d’arte.

Il progetto, curato da Chiara Casarin con gli arazzi realizzati dal Maestro tessitore Giovanni Bonotto, vede la partecipazione di dieci artisti invitati: Giuseppe Abate, Thomas Braida, Nebojša Despotović, Manuel Felisi, Alberto La Tassa, Elena Mazzi, Ruben Montini, Giovanni Ozzola, Fabio Roncato, Giuseppe Stampone.

La prima tappa di A COLLECTION, ideata da Giovanni Bonotto e Chiara Casarin nel 2018 e che a Torino vede la sua prima espressione pubblica, è realizzata in collaborazione con Opera Barolo, che ospita l’esposizione nel prestigioso Palazzo barocco sede dell’Ente collocato nel cuore storico di Torino. Da qui partirà e verrà presentato nelle più importanti e prestigiose sedi del contemporaneo internazionale in un percorso che si svilupperà nei prossimi anni.”

Il progetto è la materializzazione di un semplice assunto: i filati ottenuti dal riciclo della plastica, grazie alle loro infinite cromie e matericità, possono comporre arazzi dettagliati e raffinatissimi. La plastica, proveniente per lo più dalle bottigliette che inquinano i mari, viene lavorata mediante un processo meccanico di fusione e filatura. La trasformazione della cosiddetta materia prima-seconda è condotta in maniera ecologia, sostenibile e produttiva e procede fino allo stadio finale in cui delicati sistemi di manipolazione consentono di ottenere filati che simulano alla perfezione quelli di origine naturale, anzi, le loro caratteristiche ne sono ulteriormente valorizzate.”

 

ALBERTO LA TASSA (Padova, 1986)

Nato in una famiglia legata al mondo delle Arti fin dal XIX secolo, La Tassa inizia ad esplorare diverse discipline fin dalla prima infanzia, sviluppando un amore non convenzionale per le Belle Arti. Dopo il diploma a Padova, si trasferisce a Venezia dove conclude con il massimo dei voti l’Accademia di Belle Arti. La Tassa vive e lavora a Venezia. Il suo atelier si trova nel cuore della città lagunare, alle spalle di Campo Santo Stefano, ai piedi del Ponte dell’Accademia. Il lavoro di La Tassa può essere definito una rarità nella scena artistica contemporanea. Eclettico e poliedrico, l’artista esplora con talento e genio diverse forme di espressione artistica: pittura, scultura, grafica e design di gioielli. La Tassa ama ricercare e applicare le tecniche più sofisticate ed utilizzare i materiali più raffinati, per creare opere d’arte che seguono le lezioni dei grandi maestri italiani. Nell’opera di La Tassa gesti antichi coesistono con un mondo moderno e stravagante, popolato da creature mistiche e mitologiche, ermafroditi e mostri, demoni e angeli, imperatori e regine. La tensione tra questi personaggi culmina con una potente fusione tra maschile e femminile, luce e ombra, opulenza e vuoto, bellezza e repulsione. Con questo collage di emozioni, l’artista apre le porte del proprio mondo interiore: un insieme di ricordi, desideri, fantasie, incubi e conflitti.

“[…] queste mie creazioni sono una parte, un frammento del mio percorso, di un mio disegno più grande, in cui temi perpetui come Erotismo, Carnalità e Spiritualità, incontrano forme e colori da me sempre amati e venerati; forme e colori che in una certa misura incarnano lo spirito, nonché il sentimento, l’ossessione, la passione. […]” Alberto La Tassa

 

ESPOSIZIONI

2019, A-collection , Torino, Italy

2019, Pink Art Fair, Seoul, South Korea

2018, Gyeongju Art Festa Exhibition, Gyeongju, South Korea

2018, Gyeongiu International Residency Art Festa, Gyeongiu, South Korea (residency)

2018, Art Boca Raton Contemporary Art Fair, Miami, United States (solo)

2018, Palm Springs Art Fair, Miami, United States (solo)

2018, Art & Art Gallery, Miami, Unites States (residency)

2017, Alberto La Tassa / Gianmaria De Luca , Venezia, Italy

2016, vision ARyT , Villa Alba, Gardone Riviera, Italy

2016, ALBERTO LA TASSA – Annunciation , GALERIE BENJAMIN ECK, München, Germany (solo)

2016, Bach to Bacco , Palazzo Michiel, Venezia, Italy (solo, accompagnato da concerti dal vivo con

musiche di Bach, Mozart, Puccini)

2015, Dimensione Aurea , Venezia, Italy (solo)

2014, Open studio – Venice Art Night, Venezia, Italy (solo)

2011, Fantasma , Cotonificio de Angeli Frua, Brescia, Italy (solo)

2011, Genius Loci , Magazzini del Sale, Venezia, Italy

2011, La Veste di Adamo , Punta della Dogana, Venezia, Italy

2011, Biennale di incisione città di Monsumanno , Monsumanno Terme, Italy

2011, Biennale di incisione di Gorlago , Gorlago, Italy

2010, Atelier F , Venezia, Italy

2010 – 2009, Ah Perbacco! , Villa Franchetti, Venezia, Italy (solo)

2009, La Biennale di Venezia (collateral event), Venezia, Italy

2009, Nudisegni , Palazzetto Tito, Venezia, Italy

 

 

(31 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 




Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi