Home » Asti » Teatro degli Acerbi in scena a Montegrosso d’Asti il 18 agosto

Teatro degli Acerbi in scena a Montegrosso d’Asti il 18 agosto

di Redazione #Spettacolo twitter@gaiaitaliacom #Cultura

 

Il paesaggio si fa teatro. Il teatro diventa paesaggio.”

Continua con grande seguito di pubblico e apprezzamenti il festival “Paesaggi e oltre”, teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO. L’iniziativa è promossa dalla Comunità Collinare tra Langa e Monferrato con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione CRAsti e Fondazione CRT e la collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo.

La direzione è del Teatro degli Acerbi.

Ha il patrocinio e il contributo dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato UNESCO ed una rinnovata partnership con il nuovo Ente Turismo Langhe Monferrato Roero. Il prossimo appuntamento sarà per bambini e famiglie, martedì 18 agosto alle ore 18 a Montegrosso d’Asti nel cortile della Scuola Materna con il nuovo spettacolo “Pollicino Pop” di Teatro Invito. Nella frescura del cortiletto, sotto le piante e con vista sull’abitato di Montegrosso, un nuovo spettacolo per bambini e famiglie.

Essere la moglie di un orco non è facile. Non è mai contento, ha veramente un pessimo carattere e per di più è assolutamente insaziabile. Tutte le sere, tornando a casa, si lamenta per la cena, non ne ha mai abbastanza. E poi mi tocca pulire i suoi stivali (chissà dove andrà a cacciarsi per riempirli così di fango?), e quando alla fine brontolando se ne va a letto, russa come un battaglione di Ussari. Però, in fin dei conti, è un ottimo marito, non fosse per il fatto che è ghiotto di bambini. Insomma la nostra vita coniugale continuava nel solito noioso tran tran, finché una sera si presentò alla porta quel piccoletto. Lui e i suoi sei fratelli ci hanno messo tutto a soqquadro…”

Nuova tappa nell’approccio personale ai classici per l’infanzia, il Pollicino di Teatro Invito si muove sul filo delle emozioni: le paure suscitate dalla fiaba (essere abbandonati, essere divorati…) vengono bilanciate da una messinscena all’insegna dell’ironia, del gioco teatrale, della musicalità.

In scena Giusi Vassena, Davide Scaccianoce e Gabriele Vollaro, le scenografie sono di Graziano Venturuzzo, realizzate con la collaborazione di Giorgio Rizzi. Il testo e la regia sono di Luca Radaelli.

Merenda per tutti al termine dello spettacolo.

I posti saranno predisposti nel rispetto della normativa contro i contagi da Covid-19.
Lo spettacolo è ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

L’appuntamento successivo, l’ultimo del programma, sarà venerdì 21 agosto (ore 18 e ore 20): per la prima volta si andrà nelle aziende florovivaistiche di Motta di Costigliole, con un nuovo spettacolo del Teatro degli Acerbi per piccoli gruppi di spettatori dal titolo “Il testamento dell’ortolano”, con protagonista Massimo Barbero, da un racconto di Antonio Catalano. E’ necessaria la prenotazione.

 

(16 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi