No Green pass Torino e il delirio delle “nuove deportazioni in Australia” con foto della Shoah

SHARE

di Redazione, #Torino

Spararle grosse. Ma davvero eclatanti, che gettino discredito, assurde. Palesemente false. Spararle comunque. Come se non ci fosse domani. Così non stupisce nemmeno più di tanto che uno dei leaderini No green pass, no vax, no tutto, basta che sia no, decida, con un post su Facebook, di pubblicare la foto di una famiglia ebrea con la stella gialla di David sul petto. Stella gialla introdotta dai nazisti nel settembre del 1941.

Fu il primo passo verso la Shoa, sottolinea il leaderino, che regala un vergognoso parallelo fra una strage pianificata a tavolino di persone innocenti ritenute colpevoli e meritevoli di sterminio in quanto ebree e ciò che accade oggi tra chi non vuole il vaccino né le limitazioni sanitarie e si ribella e coloro che invece si vaccinano e seguono le indicazioni sanitarie. Questo è. Non si può stare che a guardare, non per vedere chi ha ragione, ma per vedere dove ci porterà tutto questo.

Intanto la comunità ebraica valuta l’esposto in Procura.

 

(27 novembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

Teatro Popolare Europeo in scena con “Santo bucato!”, il 7 dicembre

di Redazione Torino Mercoledì 7 dicembre alle ore 21 a Casorzo (AT) nel Salone Verdi ci sarà lo spettacolo...

Convegno “Mafie, corruzione e ruolo degli Enti locali”

di Redazione Aosta Domani, martedì 6 dicembre 2022, alle ore 14.30, la sala Maria Ida Viglino di Palazzo regionale, ad...

Al Teatro Alfieri di Asti “La Scimmia” di Giuliana Musso, l’11 dicembre

di Redazione Spettacoli La Stagione 2022/2023 del Teatro Alfieri, realizzata dal Comune di Asti in collaborazione con la Fondazione...

Trolley Festival, il 4 dicembre a Torino le vetture storiche del trasporto tranviario

di Redazione Il Trolley Festival, evento torinese che si colloca tra le maggiori manifestazioni tranviarie a livello mondiale, con...