Asti. Domenica 16 gennaio alle 17 Gianluca Ghiselli sarà protagonista dell’incontro “Un anno in Antartide”

SHARE

di Redazione Politica

Gianluca Ghiselli, attuale Direttore del Pronto Soccorso dell’Ospedale Massaia, dal novembre 2018 al novembre 2019 ha partecipato alla quindicesima spedizione invernale presso la stazione italo-francese Concordia in Antartide, punto avanzato della ricerca scientifica in ambienti estremi, coordinata per l’Italia dal Consiglio nazionale delle Ricerche e l’Enea.

La base, permanente dal 2005, è posta a oltre 3200 di altitudine a quattro ore di volo da altre più vicine, un sito ideale per gli studi di climatologia, sismologia, fisica dell’atmosfera, e l’osservazione astronomica: infatti l’Antartide è ancora un luogo incontaminato, fondamentale per la conoscenza del passato e la previsione del futuro del pianeta.

Da medico delle urgenze il dott. Ghiselli ha tenuto sotto controllo la salute dei componenti la missione: un compito che richiede esperienza, competenza e la capacità di padroneggiare situazioni impreviste. Nel primo incontro di Passeparout en Hiver il dott. Ghiselli racconterà questa sua esperienza “alla fine del mondo”.

Ingresso gratuito, in ottemperanza alle normative in corso, con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2 trattandosi di un incontro (per la frequentazione ordinaria della biblioteca negli altri giorni è sufficiente la mascherina chirurgica).

Come nelle scorse edizioni, a ogni evento sarà presente uno dei pittori della CNA Artisti, coordinati da Marisa Garramone, che offrirà l’interpretazione grafica del tema proposto. Gli artisti illustreranno le proprie opere prima di ogni incontro.

I prossimi incontri:

  • 23 gennaio Ernesto Perduca “I Balcani tra passato che non passa ed avvenire che non arriva”;
  • 30 gennaio Stella Perrone “Roberto Galli: La mia vita. Autobiografia”;
  • 6 febbraio Roberto Gerbi “Nel paese dei limoni. Impressioni di viaggio in Italia dal 1728 al 1802”;
  • 13 febbraio Benedetta Saglietti “La Sinfonia n.5 di Beethoven recensita da E.T.A Hoffmann”;
  • 20 febbraio Domenico Quirico e Fahrad Bitani “Addio Kabul”;
  • 27 febbraio Pietro Giovannini “Impossible Langhe: romanzo turistico”;
  • 6 marzo Maura Maffei “Quel che abisso tace: romanzo storico”;
  • 13 marzo Carlo Pertusati “50 piccole storie di chiese divise in cerca di unità”;
  • 20 marzo Laura Nosenzo “Io c’ero: 51 storie dal fascismo alla Liberazione”.

 

 

(10 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

Torino, furti di rame al danno di scuole. Un arresto

di Redazione Cronaca E’ stato sorpreso lo scorso mercoledì mattina dagli agenti del Comm.to Barriera Milano sul tetto di...

Al Teatro Alfieri di Asti arriva AstiJazz: 4-5-6 luglio 2022

di Redazione Cultura Dal 4 a 6 luglio al Teatro Alfieri di Asti arriva il Festival AstiJazz, che nasce...

Torino, fino al 18 settembre “Volti nel Volto. Arte, Storia, Spiritualità”

di Redazione Torino L’Albertina di Torino è una delle più antiche Accademie di Belle Arti d’Italia e custodisce una...

La stagione estiva del Teatro degli Acerbi

di Redazione Cultura Il Teatro degli Acerbi continua la stagione estiva di appuntamenti teatrali in luoghi suggestivi, passeggiate e meditazioni...