Pubblicità
14.2 C
Torino
3.4 C
Aosta
17.9 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeAstiAlla Biblioteca Astense l'iniziativa "Sguardi sulla Cina"

Alla Biblioteca Astense l’iniziativa “Sguardi sulla Cina”

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Da venerdì 6 a domenica 8 ottobre alla Biblioteca Astense si tiene “Sguardi sulla Cina”, una tre giorni di approfondimento dedicata ad una tematica decisamente attuale, per offrire a tutti gli interessati, diversi sguardi per contribuire al dibattito pubblico con un’occasione di incontro, che intende offrire la possibilità di ascoltare relatori di primo piano su argomenti specifici, a volte considerati complessi, su cui si offriranno stimoli alla riflessione. L’autorevolezza dei relatori è il punto di forza di questo percorso di conoscenza, tra questi, si sottolinea la presenza di due Rettori delle più importanti Università Italiane: Cà Foscari e Politecnico di Torino.

“Un approccio squisitamente culturale per dare vita a una disamina, a diversi livelli di approfondimento, delle relazioni tra Italia e Cina, oggi e in futuro. Momenti di incontro e confronto su un Paese immenso e dalla storia millenaria, forse ancora poco conosciuta nella sua complessità” dichiara il Sindaco di Asti Maurizio Rasero.

Si tratta di un tema che la biblioteca affrontò già nel 2006 nel convegno Cina: conoscere, comprendere, competere.

Interessante sarà osservare i cambiamenti storici ed economici a distanza di quasi vent’anni da quel primo convegno che vide la partecipazione, tra gli altri, del prof. Mario Sarcinelli.

“L’attività della biblioteca è incentrata sull’approfondimento e sull’offrire possibilità di confronto su tematiche attuali. Pensiamo che anche la formula della lectio, che risulta sempre apprezzata, possa offrire spunti interessanti.” Ricorda Roberta Bellesini, Presidente della biblioteca Astense Giorgio Faletti.

Conoscersi per capirsi e favorire i rapporti, resta un punto irrinunciabile, anche alla luce del fatto che nel corso degli anni, tra Asti e la Cina, ci sono sempre state buone relazioni, sostenute dal Ministero degli Affari Esteri e dal Consolato Generale Cinese a Milano e si sono concretizzati gemellaggi, visite istituzionali di delegazioni ufficiali in eventi organizzati per la valorizzazione dei reciproci rapporti.

Sarà un appuntamento incentrato sull’economia a inaugurare, venerdì 6 ottobre alle 18.00, il programma di incontri. Marco Bettin, Direttore Generale di Italy China Council Foundation in dialogo con Alessandro Zadro, responsabile del Centro Studi dell’Italy China Council Foundation, tratterà della ricerca di un nuovo modello economico e dell’individuazione di eventuali opportunità per le imprese italiane.

Il pomeriggio di sabato 7 ottobre sarà protagonista la Cina dell’innovazione, orientata al futuro. Due appuntamenti con protagonisti il Rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco – alle ore 18.00- e Ivan Cardillo – alle ore 21.00-, docente di Diritto Cinese all’Università di Trento che articoleranno i loro interventi tra innovazione, scienza e geopolitica.

Alle 18.00 di domenica 8 ottobre, Alberto Bradanini, ex diplomatico, già Ambasciatore d’Italia a Pechino dal 2013 al 2015 dialogherà con Mario Renosio, storico e già direttore dell’Israt, sul suo libro che si apre ricordando i viaggi di Nenni, dai quali emerge la lungimiranza del leader socialista nell’individuare il ruolo di primaria importanza che la Cina avrebbe giocato nel futuro dell’Asia e del mondo, per proseguire poi con ampie vedute sull’attualità.

A concludere questo percorso di tre giorni, domenica 8 ottobre alle 21.00, sarà la Rettrice dell’Università Cà Foscari di Venezia, professoressa Tiziana Lippiello con l’incontro con cui si approfondirà l’umanesimo cinese e la diplomazia culturale nella Cina contemporanea. Ingresso libero.

 

 

(5 ottobre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 


PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE