Home » Comune di Torino » Tari 2017, la giunta torinese dice sì alle agevolazioni per le famiglie a basso reddito

Tari 2017, la giunta torinese dice sì alle agevolazioni per le famiglie a basso reddito

di Gaiaitalia.com, #Torino

 

 

Via libera dall’esecutivo di Palazzo Civico alle agevolazioni sul pagamento sulla tassa raccolta rifiuti 2017 riservate alle famiglie a basso reddito. Il provvedimento – presentato dall’assessore al Bilancio e ai Tributi, Sergio Rolando e approvato dalla Giunta comunale questo pomeriggio – prevede l’applicazione di una riduzione nella misura del 40% per i redditi Isee fino a 13mila euro, del 25% per quelli fino a 17mila euro e del 15% per i redditi Isee fino a 24mila euro. A queste agevolazioni va aggiunto lo “sconto” del 10%  per i nuclei con più di quattro persone e residenti in alloggi con superficie non superiore a 80 metri quadrati.

La riduzione, calcolata sulla base della dichiarazione Isee, sarà applicata sull’importo del saldo Tari, che sarà comunicato ad ogni famiglia con l’invio una lettera e si dovrà versare entro lunedì 11 dicembre. Il pagamento potrà essere effettuato in qualunque sportello bancario, postale e per via telematica, utilizzando i modelli F24 precompilati e allegati alla lettera di avviso.

Occorre inoltre tener conto che, da quest’anno, il beneficio della riduzione decade se non si risulta in regola con il versamento del saldo Tari scontato entro l’11 dicembre. In tal caso l’importo viene ricalcolato e al contribuente ne è richiesto il pagamento con la prima rata Tari del 2018.

Le agevolazioni sulla tassa raccolta rifiuti non riguardano però solo le difficoltà economiche e le famiglie numerose. Un’altra riduzione è infatti concessa ai residenti dei quartieri Cenisia, Cit Turin e Nizza Millefonti: un premio, sotto forma di sconto del 10% sulla parte variabile del tributo (rapportata al numero degli occupanti), è loro riconosciuto per la virtuosità mostrata nell’effettuare la raccolta differenziata che, rispetto all’anno precedente, è risultata incrementata nel 2016 del 1,7% a Nizza Millefonti, per il porta a porta, e del 2,6% nei quartiere Cenisia e Cit Turin, per la raccolta di prossimità.

A beneficiare di riduzioni sulla Tari 2017 sono anche i locali destinati a culto religioso (10%) e quelli di onlus, associazioni di promozione sociale e scuole per l’infanzia parificate aderenti alla Fism e convenzionate con la Città di Torino (30%).




(15 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata



Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi