Home » notizie » Cronaca, entrano in negozio e fanno incetta di dispositivi telefonici, arrestati due ragazzi; fermati due ventenni dopo aver effettuato una rapina ai danni di una ragazza

Cronaca, entrano in negozio e fanno incetta di dispositivi telefonici, arrestati due ragazzi; fermati due ventenni dopo aver effettuato una rapina ai danni di una ragazza

di Redazione, #Torino twitter@torinonewsgaia #Cronaca

 

Mercoledì 4 dicembre, il personale del Comm.to S.Donato è intervenuto presso il supermercato IperCoop di via Livorno dove era stata segnalata la presenza di due autori di furto. Poco prima, infatti, erano entrati due ragazzi italiani, di 20 e 21 anni, che, pensando di non essere visti da nessuno, si erano recati presso il reparto di telefonia dell’esercizio commerciale. Qui, avevano preso due power bank, due paia di cuffie wireless e due cavetti usb (valore complessivo 152 €) e, dopo averle tolte dalle rispettive confezioni, abbandonate su altri scaffali, se li erano occultati addosso. Successivamente, i due si sono presentati alla cassa pagando solo 2 bevande.  Il personale interno all’esercizio commerciale con mansioni di osservazione dei monitor aveva però notato tutta la scena, avvisando del fatto la guardia giurata particolare. Pertanto, i due giovani sono stati accompagnati presso degli uffici dell’IperCoop. Qui la perquisizione effettuata dal personale del Comm.to San Donato prontamente intervenuto ha permesso il rinvenimento degli oggetti rubati. Per i due sono scattate le manette per tentato furto aggravato in concorso.

Giovedì 5 dicembre, verso l’una di notte, una pattuglia della Squadra Volante ha intercettato una Stilo con due persone a bordo su via De Panis. L’auto, alla vista dei poliziotti, aumentava sensibilmente la velocità in direzione di corso Grosseto, pertanto gli agenti hanno deciso di fermarla e sottoporre a controllo gli occupanti. I due, entrambi di origine marocchina con cittadinanza italiana, di 19 e 20 anni, sono apparsi molto nervosi al controllo. L’auto sulla quale viaggiavano è risultata sprovvista di copertura assicurativa e pertanto è stata sottoposta e sequestro amministrativo. Durante la perquisizione della stessa, gli investigatori hanno rinvenuto un telefono cellulare con cover rosa al cui interno vi era una carta di identità intestata ad una cittadina albanese; in merito, i due giovani non erano in grado di dare alcuna giustificazione. Ritenendo potessero essersi macchiati di un delitto più grave, gli agenti perlustravano le vie limitrofe e venivano avvicinati da una ragazza di 18 anni, di nazionalità albanese, che riferiva loro di essere appena stata vittima di rapina. I due giovani, infatti, avevano avvicinato la ragazza chiedendole di salire a bordo per consumare una prestazione, ma al suo netto rifiuto il passeggero era sceso dall’auto, strattonandola e facendola cadere a terra; qui, le sottraeva il telefono che custodiva all’interno della cover la carta di identità. I due complici sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso.

 

 

(9 dicembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi