Home » Alessandria » Alessandria, presentato il programma degli eventi commemorativi e dei progetti di sensibilizzazione per il Giorno della Memoria

Alessandria, presentato il programma degli eventi commemorativi e dei progetti di sensibilizzazione per il Giorno della Memoria

di Redazione, #Alessandria twitter@torinonewsgaia #GiornatadellaMemoria

 

Alessandria si prepara a vivere il 75° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz con l’edizione 2020 del Giorno della Memoria, a cui è stata dedicata la conferenza stampa nella Sala Consiglio del Palazzo Comunale.
Erano presenti il Sindaco Gianfranco, Cuttica di Revigliasco, insieme all’Assessore Comunale allo Sport, Piervittorio Ciccaglioni, e i diversi rappresentanti dei Soggetti pubblici e privati coinvolti nel programma della manifestazione e dei diversi eventi in cui verrà declinata, ossia la Rappresentante della Comunità Ebraica di Torino-Sezione di Alessandria, Paola Vitale, la Presidente di CulturAle ASM Costruire Insieme, Cristina Antoni, il Presidente dell’Associazione CulturaViva, Luciano Tirelli, il Direttore di ISRAL-Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria “Carlo Gilardenghi”, Luciana Ziruolo, il Presidente Associazione Memoria della Benedicta, Daniele Borioli, e il Capo Ufficio Stampa U.S. Alessandria Calcio, Gigi Poggio.

La data è quella di lunedì 27 gennaio, ossia l’esatto giorno anniversario della liberazione di quel campo di concentramento, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa.
La comunità alessandrina ha sempre manifestato una particolare sensibilità nel compartecipare ad una commemorazione degna di questo nome e anche il 75° anniversario che cade quest’anno vedrà nuovamente l’Amministrazione Comunale al fianco dell’Amministrazione Provinciale, della Prefettura di Alessandria e delle altre Istituzioni locali conferire una speciale enfasi a questa manifestazione.
Va peraltro sottolineato come sia stata formalmente proprio una legge (la Legge n. 211 del 20 Luglio 2000) ad istituire la solennità civile del “Giorno della Memoria”. Si tratta di una norma approvata con la precisa finalità di ricordare le vittime della Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte nonché coloro che – pur operando in campi e schieramenti diversi – si sono opposti al progetto di sterminio nazi-fascista e, a rischio della propria vita, hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati durante gli anni tristi della dittatura e del secondo conflitto mondiale.
Lo svolgimento dell’anniverario di lunedì 27 gennaio consentirà anche a tanti studenti – grazie al diretto coinvolgimento dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte-Ufficio IV-Ambito Territoriale di Alessandria Asti nonché delle Scuole alessandrine – di partecipare, insieme ai numerosi rappresentanti istituzionali e alla cittadinanza, alla declinazione dei diversi momenti in cui è articolato ad Alessandria il “Giorno della Memoria” 2020.
Alcune “novità” forniscono peraltro un carattere di particolare importanza a questo 75° anniversario.

Gli eventi dell’edizione 2020 del “Giorno della Memoria” sono complessivamente promossi da Amministrazione Comunale di Alessandria, Amministrazione Provinciale di Alessandria, Comunità Ebraica di Torino-Sezione di Alessandria, ANPI-Associazione Nazionale Partigiani d’Italia-Sezione Provinciale Alessandria, ISRAL-Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria “Carlo Gilardenghi”, Associazione Memoria della Benedicta, CulturAle ASM Costruire Insieme, Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria, Associazione CulturaViva, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte-Ufficio IV-Ambito Territoriale di Alessandria Asti, Diocesi di Alessandria, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, U.S. Alessandria Calcio 1912, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Associazione Cultura e Sviluppo.

Di seguito il programma dettagliato del “Giorno della Memoria”, così come declinato per l’edizione 2020 ad Alessandria.

Domenica 26 gennaio, prologo alla commemorazione del Giorno della Memoria 2020, ore 17.00, presso Sale Storiche della Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, Le parole della Memoria. Letture e libri, parole, musica e note per non dimenticare l’orrore della Shoah. Evento promosso da CulturAle ASM Costruire Insieme e dalla Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, insieme all’Amministrazione Comunale e Provinciale di Alessandria e con la collaborazione di ISRAL-Istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria “Carlo Gilardenghi”, ANPI-Associazione Nazionale Partigiani d’Italia-Sezione Provinciale Alessandria e Associazione Memoria della Benedicta. Brani di Francesco Guccini, Salvatore Quasimodo, Primo Levi, Liliana Segre, Adriano Bianchi (protagonista della lotta partigiana nell’alessandrino) e altri, tra cui le testimonianze raccolte da Andrea Villa tra i deportati alessandrini nei lager nazisti. Letture a cura di Massimo Bianchi (figlio dell’ex-partigiano Adriano, scomparso nel 2012), Ilaria Ercole, Fulvia Maldini, Luciano Tirelli.  Mostra libraria dedicata alla memoria della Shoah. I libri appartenenti al patrimonio della Biblioteca Civica saranno a disposizione del pubblico presente per la consultazione.

Lunedì 27 gennaio,:

  • ore 9.15, Piazzetta della Lega. Le delegazioni degli studenti delle scuole cittadine insieme alle Autorità, ai Rappresentanti delle confessioni religiose presenti in Alessandria e alle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, si riuniranno presso Piazzetta della Lega. Saluto delle Autorità: Paolo Ponta, Vice Prefetto Vicario di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Sindaco della Città di Alessandria, Gianfranco Lorenzo Baldi, Presidente della Provincia. Deposizione della corona d’alloro in ricordo delle vittime della Shoah davanti alla Sinagoga; a seguire, lettura dei nomi dei deportati alessandrini morti nei campi di sterminio, a cura della prof.ssa Paola Vitale, Rappresentante della Comunità Ebraica di Torino – sezione di Alessandria.
  • ore 10.00 – Corteo di trasferimento al Carro della Memoria. Il corteo seguirà il seguente percorso: Piazzetta della Lega, Via dei Martiri, Piazza della Libertà, Palazzo Municipale e Palazzo della Provincia e della Prefettura, Via Mazzini, Spalto Marengo, Piazzale Deportati Ebrei (area verde compresa tra Via Scassi e Piazzale Berlinguer, zona Pacto).
  • ore 10.30 – Carro della Memoria. Ingresso delle Autorità e dei rappresentanti degli Istituti scolastici di Alessandria. Accensione del Braciere della Memoria. Intervento del prof. Agostino Pietrasanta, referente del progetto “Dopo la Shoah: un’eredità difficile”, promosso dalla Provincia di Alessandria e dall’Associazione Memoria della Benedicta, rivolto agli studenti delle classi V degli Istituti Superiori del territorio, a. s. 2019/2020. Riflessioni sulla Shoah a cura dei rappresentanti degli studenti alessandrini che hanno partecipato al progetto didattico di cui sopra. Si segnala che, a cura dell’Isral, previa prenotazione all’indirizzo didattica@isral.it, sono previste l’apertura e la visita del Carro della Memoria, ogni mercoledì del mese di febbraio, dalle ore 09.00 alle ore 12.00.
  • In Piazzale Mafalda di Savoia, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca-Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte-Ufficio IV-Ambito Territoriale di Alessandria Asti e la Diocesi di Alessandria:ore 11.30 – Cerimonia di commemorazione delle vittime femminili della deportazione nazifascista presso il monumento dedicato alla principessa Mafalda di Savoia.
    ore 11.45 – Intervento commemorativo da parte delle Autorità.
    ore 12.15 – Conclusione della Cerimonia.
  • ore 16, Stadio comunale Giuseppe Moccagatta, via Bellini 5, Svelamento della targa in memoria di Árpád Weisz, deportato ad Auschwitz.
  • ore 17, conferenza e presentazione del volume L’Allenatore ad Auschwitz. Árpád Weisz dai campi di calcio italiani al lager di Giovanni A. Cerutti.

 

 

(24 gennaio 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi