Bruno Bozzetto sostiene la battaglia contro la liberalizzazione della caccia in Piemonte

SHARE

di Redazione #Piemonte twitter@torinonewsgaia #NoallaCaccia

 

Il Tavolo Animali & Ambiente, cui aderiscono le Associazioni ENPA, LAC, LAV, Legambiente L’Aquilone, LIDA, OIPA, Pro Natura e SOS Gaia, accoglie con soddisfazione il sostegno del disegnatore di fama mondiale Bruno Bozzetto che ha realizzato una vignetta  appositamente dedicata a questa battaglia.

Nei giorni scorsi le Associazioni hanno inviato ai Consiglieri della Regione Piemonte una lettera contenente l’invito a votare contro le modificazioni sulla legge venatoria che verranno portate in settimana all’approvazione del parlamento subalpino.

Il Tavolo Animali & Ambiente chiede che si ascolti il parere del mondo scientifico, unanimemente schierato contro le modifiche. In particolare, per quanto riguarda l’estensione della possibilità di caccia a ben 15 specie attualmente protette, quasi tutte di uccelli. Emblematico il caso dell’allodola, piccolo uccello insettivoro che pesa meno della cartuccia con cui verrebbe disintegrato, la cui popolazione in Piemonte negli ultimi 20 anni si è dimezzata. Nessuna di queste 15 specie è responsabile di danni all’agricoltura o ad altre attività antropiche degni di rilievo: il loro prelievo venatorio, quindi, assume unicamente finalità di tipo ludico e nessuna giustificazione di riequilibrio ambientale o faunistico può essere addotta in suo appoggio.

La posizione del Tavolo Animali & Ambiente ha raccolto molti consensi non solo dal mondo ambientalista e animalista ma anche da quello artistico e dello spettacolo, ed è sostenuta dal disegnatore di fama mondiale Bruno Bozzetto che ha realizzato una vignetta appositamente dedicata a questa battaglia.

Le Associazioni del Tavolo Animali & Ambiente, incassando il sostegno del disegnatore, dichiarano: “Non siamo soli in questa battaglia di civiltà! Grazie, Bruno!”

Le Associazioni, nel caso in cui i consiglieri decidessero comunque di appoggiare le modifiche, hanno posto una semplice domanda: “perché consentire ai cacciatori di sterminare piccoli uccelli come merli ed allodole e specie a rischio di estinzione?”.

Il Tavolo Animali & Ambiente ha inoltre promosso la petizione online “FERMIAMO LA STRAGE DI UCCELLI IN PIEMONTE”.

 

(17 giugno 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

…Quegli “pseudo-politicanti”, come da definizione da social, non sono finiti in parlamento grazie a un colpo di stato….

di Paolo M. Minciotti A seguito della decapitazione del M5S da parte di Luigi Di Maio, con l'ex Sindaca Chiara...

Controlli straordinari della Polizia di Stato a Barriera Nizza

di Redazione Torino Negli scorsi giorni,  su disposizione del Questore di Torino, anche in risposta alle segnalazioni pervenute dal...

Contributi per iniziative istituzionali. Aperto il bando della Regione Piemonte

di Redazione Piemonte E’ pubblicato da oggi, 23 giugno, il bando per la presentazione della domanda di contributo ai...

Iveco, una buona notizia per la transizione ecologica dell’industria piemontese

di Redazione Politica L’annuncio di IVECO BUS di voler tornare a produrre Autobus in Italia e a Torino é...