Schiavitù e sesso obbligato nella psico setta sgominata a Novara

SHARE

di Redazione #Novara twitter@torinonewsgaia #Cronaca

 

Il capo, un 77enne, veniva chiamato il “Dottore”, era il leader e era venerato come un dio. Le “prescelte”, giovanissime e anche bambine, spesso provenienti da ambienti facoltosi, venivano avvicinate tramite psicologhe, scuole di danza o erboristerie, indottrinate con quelle che venivano definite “pratiche magiche”, in realtà – come scrive Repubblica – pratiche sessuali “spesso estreme e dolorose, vere e proprie torture” per “annullare “l’io pensante” e isolarle dal mondo esterno.

Dopo il racconto di una delle vittime, una ragazzina, sono stati necessarie due anni di indagini degli agenti della squadra mobile di Novara e del servizio centrale operativo della Polizia di Stato, coordinate dalla Dda della procura di Torino, con l’applicazione di un magistrato della Procura di Novara, per sgominare la psico setta, un’organizzazione criminale “impenetrabile e tutt’ora attiva”.

L’articolo di Repubblica al quale vi rimandiamo qui fornisce ulteriori ed agghiaccianti particolari.

 

(20 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

Torino, furti di rame al danno di scuole. Un arresto

di Redazione Cronaca E’ stato sorpreso lo scorso mercoledì mattina dagli agenti del Comm.to Barriera Milano sul tetto di...

Al Teatro Alfieri di Asti arriva AstiJazz: 4-5-6 luglio 2022

di Redazione Cultura Dal 4 a 6 luglio al Teatro Alfieri di Asti arriva il Festival AstiJazz, che nasce...

Torino, fino al 18 settembre “Volti nel Volto. Arte, Storia, Spiritualità”

di Redazione Torino L’Albertina di Torino è una delle più antiche Accademie di Belle Arti d’Italia e custodisce una...

La stagione estiva del Teatro degli Acerbi

di Redazione Cultura Il Teatro degli Acerbi continua la stagione estiva di appuntamenti teatrali in luoghi suggestivi, passeggiate e meditazioni...