Amministrative primavera 2022. Il PD Piemonte “Centrosinistra competitivo in tutto il Piemonte”

SHARE

di Redazione Politica

Un comunicato stampa del Pd Piemonte sottolinea la soddisfazione della segreteria per il risultati del partito alle amministrative del 12 giugno. “Anche se le storie locali sono sempre diverse e non meritano generalizzazioni” scrive la nota stampa del segretario regionale Paolo Furia – “si può trarre qualche conclusione dal primo turno di questa tornata di elezioni amministrative in Piemonte”.

Il centro sinistra è complessivamente più avanti di cinque anni fa. Ad Alessandria torniamo molto competitivi e ci prepariamo ad un ballottaggio dagli esiti apertissimi. A Cuneo ci presentiamo al ballottaggio molto avanti rispetto al centro destra. Anche ad Asti, dove si conferma il sindaco uscente di centro destra al primo turno, il centro sinistra è saldamente in seconda posizione, mentre cinque anni fa il PD, senza alleati, si posizionò al quarto posto. Significativo anche il ballottaggio ad Omegna (VB) e Savigliano (CN). Questi dati certificano come la partita non sia vinta a priori dal centro destra e che il PD è in grado di dare battaglia
È importante rispettare le diversità dei territori anche nella costruzione delle alleanze. Talvolta si confonde la proposta del “campo largo” con una mera alleanza tra PD e 5stelle, i quali peraltro alle elezioni amministrative sono sempre stati più deboli, anche quando a livello nazionale erano il primo partito. In realtà la nostra proposta di campo largo è aperta al civismo diffuso, alle liste di centro e a quelle di sinistra, così importanti ad esempio come in una città come Cuneo.
La destra tiene e spesso vince quando rimane unita. Meloni e Salvini, oramai, non hanno in comune quasi più niente, ma sanno stare insieme per il potere. Anche per questo è urgente che il centro sinistra rilanci una grande iniziativa volta ad unire le forze contro l’assalto di questa destra. Ciò a partire dai ballottaggi delle prossime settimane.

Vorrei infine ringraziare a nome del Partito Democratico” chiude Furia “tutti i candidati sindaci e consiglieri comunali che ce l’hanno fatta e anche quelli che non ce l’hanno fatta: il PD è una grande comunità e tutti hanno dato il massimo, facendo il possibile per mutare rapporti di forza spesso non favorevoli e in alcuni casi disperati. L’unità del Partito Democratico si afferma ancora una volta come condizione necessaria per vincere e trascinare la sua coalizione. Per questo occorre continuare a denunciare, uniti, le incoerenze delle destre e a elaborare con fiducia i nostri programmi nell’interesse dei cittadini”.

 

(14 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

…Quegli “pseudo-politicanti”, come da definizione da social, non sono finiti in parlamento grazie a un colpo di stato….

di Paolo M. Minciotti A seguito della decapitazione del M5S da parte di Luigi Di Maio, con l'ex Sindaca Chiara...

Controlli straordinari della Polizia di Stato a Barriera Nizza

di Redazione Torino Negli scorsi giorni,  su disposizione del Questore di Torino, anche in risposta alle segnalazioni pervenute dal...

Contributi per iniziative istituzionali. Aperto il bando della Regione Piemonte

di Redazione Piemonte E’ pubblicato da oggi, 23 giugno, il bando per la presentazione della domanda di contributo ai...

Iveco, una buona notizia per la transizione ecologica dell’industria piemontese

di Redazione Politica L’annuncio di IVECO BUS di voler tornare a produrre Autobus in Italia e a Torino é...