Il Teatro degli Acerbi torna con il Festival landscape Storymovers

SHARE

di Redazione Cultura

Il Teatro degli Acerbi continua la stagione estiva di appuntamenti teatrali in luoghi suggestivi, passeggiate e meditazioni intorno al Paesaggio, raccontato e vissuto nel progetto “LandscapeStorymoversÒ – sistema integrato di narrazione del territorio” ideato da Elena Romano e Fabio Fassio.

Questa vitalità culturale in terra astigiana è realizzata con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando «In luce. Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori» della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura, che mira alla valorizzazione culturale e creativa dei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta rendendoli più fruibili e attrattivi per le persone che li abitano e per i turisti, in una prospettiva di sviluppo sostenibile sia sociale sia economico.

Si realizza anche grazie ad una serie di partner che va dalla Comunità Collinare Vigne e Vini ai Comuni di Canelli, Calosso, San Marzano Oliveto e Moasca passando dall’ Ente Turismo Langhe, Monferrato e Roero, l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, l’Associazione Astesana Strada del Vino e del Cibo e grazie al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

Da inizio giugno è stata la volta della parte più divulgativa, restitutiva e conviviale delle azioni previste dal Progetto.

E’ in corso lo “Storymoving Festival” con la sezione “Le Cascine e i Castelli” e si appresta ad iniziare la sezione “Trilogia degli Spaesati: racconti epici di gente semplice”, con serate nei paesi dei Comuni partner del progetto. Debutta venerdì 1 luglio a Fontanile alle ore 21,30 in piazza San Giovanni Battista il primo di nove appuntamenti (fino al 8 settembre) ad ingresso gratuito di questo nuovo spettacolo “Trilogia degli Spaesati” tra reading e musica popolare, per portare le comunità a teatro nei luoghi della propria quotidianità.

Sono tre Capitoli in musica e parole di un unico format che si ispira a tre fasi lunari: il “Capitolo della Luna Piena” di scena a Fontanile ci parla di pienezza, compimento, di punti di arrivo e nuove partenze, quello della “Luna Crescente” di movimento, spinta, fermento e primavere di ogni cosa che riguarda la vita di paese, quello della “Luna Calante” dei momenti di veglia, racconto, raccolta e raccoglimento intorno ai riti della comunità.

È appunto una comunità di spaesati quella che si ritrova nelle piazze di nove piccoli centri del sud-est astigiano, persone che ricordano e un po’ rimpiangono quali sono i valori che costituiscono la spina dorsale delle piccole società raccolte intorno al campanile, al municipio, alle botteghe e ai bar di paese.

Poco più di un’ora in cui alle note di tre ispirati cantautori (Simona Colonna, Mauro Carrero, Ricky Avataneo) si succedono i racconti e i dialoghi e le storie narrate dagli attori del Teatro degli Acerbi Massimo Barbero, Patrizia Camatel, Fabio Fassio e Elena Romano, l’occasione per ri-trovarsi e concedersi qualche momento di risate, ricordo e romanticismo nei luoghi intorno ai quali il Paese è nato: le piazze e i sagrati.
Questi artisti si alterneranno nei vari appuntamenti, in formazioni diverse.

Prossimo appuntamento il 10 Luglio a Incisa Scapaccino (alla Villa, sul sagrato del Santuario Virgo Fidelis con il “Capitolo della Luna Crescente”). Per informazioni: 3334519755. Inizio spettacoli: ore 21.30

Per dettagli è possibile consultare il sito www.landscapestorymovers.it che è la piattaforma di riferimento per tutte le iniziative del percorso narrativo, oltre ai profili tematici Facebook e Instagram; analoghe informazioni sui canali di comunicazione del Teatro degli Acerbi.

 

 

(27 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

Torino: la Polizia di Stato arresta in centro una donna italiana. È gravemente indiziata di tentata rapina

di Redazione Torino Ad attirare l’attenzione degli agenti, impegnati nel servizio di controllo del territorio, le urla del proprietario...

Carlo Calenda, un altro addio al PD e le decisioni che durano una vita….

di Giancarlo Grassi Eccola la classe politica del futuro: fanno un accordo oggi e l'accordo domani non esiste più, accordo che...

Il 14 agosto al via la rassegna “CuntéMunfrà – dal Monferrato al mondo”

di Redazione Cultura Ritorna lo spettacolo dal vivo che trova una delle sue espressioni più popolari dell’incontro sul nostro...

“La politica smetta di ignorare gli appelli dei giovani, la questione climatica è una emergenza reale”, parola di partito politico

di Redazione Politica Si chiude a Torino il 2° meeting europeo organizzato dal movimento interazionale Fridays For Future. Cinque...