Pubblicità
6.9 C
Torino
-0.9 C
Aosta
7.7 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeNotiziePiemonte, condizioni meteo ancora in fase di evoluzione. A Torino il Po...

Piemonte, condizioni meteo ancora in fase di evoluzione. A Torino il Po esonda ai Murazzi

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Torino

Per il Centro operativo comunale, attivo da ieri nelle attività di vigilanza e di monitoraggio delle condizioni meteo, la fase critica è superata. Le precipitazioni sono ormai cessate su tutto il territorio comunale ma Protezione Civile e Corpo di Polizia municipale della Città proseguono nel controllo del livello dei fiumi, dei ponti e delle zone più vicine ai corsi d’acqua, in modo particolare sul Po dove si attende la piena intorno alla mezzanotte. In nottata il livello dell’acqua dovrebbe progressivamente cominciare a decrescere.

Non si attendono nuove precipitazioni pertanto non saranno opportuni ulteriori provvedimenti sulla vita della città. Restano chiusi i Murazzi e interdetti al transito i passaggi ciclopedonali in prossimità delle sponde.

Domani alle ore 12 verrà effettuata una nuova valutazione in base alla quale si deciderà quando revocare i provvedimenti già adottati. Già dalla mattinata inoltre si interverrà per ripristinare i danni provocati dalle precipitazioni sul manto stradale e sul verde pubblico.

Alle 14 del 21 maggio il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore alla Protezione civile Marco Gabusi, in costante contatto con la Sala operativa della Protezione civile regionale, aveva annunciato la diminuzione in Piemonte dei territori in zona arancione.

Il bollettino previsionale di Arpa Piemonte valido fino alle 13 di domani assegna ancora questa colorazione alla pianura cuneese, all’Alta Valsusa e alle valli Chisone, Pellice e Po per la possibilità di forti deflussi delle acque. Sono in giallo la pianura torinese, le valli Sesia, Cervo, Chiusella, Orco, Lanzo, bassa Valsusa, Sangone, Varaita, Maira, Stura e Tanaro e le colline, ed è in verde il resto del Piemonte. I livelli dei maggiori corsi d’acqua sono stazionari o in debole decrescita, che continuerà anche domani. Si attende la piena del Po in serata ai Murazzi di Torino, ma sarà ordinaria sotto i livelli di guardia. Anche il Tanaro è sotto i livelli di guardia. Invece Pellice e Varaita hanno superato il livello di guardia e il torrente Ghiandone quello di attenzione.

(repertorio)

Per quanto riguarda le frane si segnalano numerosi fenomeni diffusi ma di piccola entità, che potranno verificarsi ancora oggi e domani nella zona meridionale del Piemonte. Isolato il Comune di Ribordone (TO) per chiusura della strada provinciale fino a domani per la valutazione di una frana. Segnalate disagi su alcune strade del Cuneese e del Torinese per la chiusura di diversi tratti, superabili con viabilità alternativa. Sono stati aperti altri 7 centri operativi comunali in provincia di Torino. Il totale è quindi salito a 97.

Le previsioni meteo elaborate da Arpa indicano che la circolazione depressionaria posizionata sulla Sicilia si sposta gradualmente verso est, determinando un’attenuazione dei fenomeni che hanno interessato il Piemonte: nel pomeriggio odierno sono attese ampie schiarite a partire da est e residui rovesci su zone montane e pedemontane alpine, a carattere sparso altrove.

Nella giornata del 22 maggio la progressiva espansione dell’anticiclone atlantico sull’Europa centrale favorirà la risalita dei valori di pressione e un’attenuazione della nuvolosità, ma potrebbero verificarsi rovesci o temporali sparsi, più consistenti sul settore sud-occidentale al mattino, a causa di infiltrazioni di aria fresca in quota. Condizioni più stabili e soleggiate sono attese per martedì.

 

 

(21 maggio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata