Pubblicità
18 C
Torino
12.9 C
Aosta
25.2 C
Roma
PubblicitàLenteContatto.it
Pubblicità
HomeValle d'AostaRegione Valle d'Aosta. Interrogazione sui dipendenti ARER

Regione Valle d’Aosta. Interrogazione sui dipendenti ARER

Pubblicità
GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Con un’interrogazione presentata dal gruppo Forza Italia nella seduta consiliare del 28 luglio 2023 è stata affrontata la questione di alcuni dipendenti ARER assunti in forza dell’art. 3, comma 2, terzo periodo della legge regionale 8/2022 (Disposizioni in materia di interventi di riqualificazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica) dichiarato incostituzionale dalla Consulta. Il testo autorizzava l’assunzione, da parte dell’Azienda regionale di edilizia residenziale, di due unità di personale non dirigenziale a tempo determinato, per un periodo massimo di 36 mesi, in via straordinaria e urgente, da destinare al funzionamento di una struttura di progetto di secondo livello, anche in deroga alla disciplina prevista dal regolamento regionale 6/1996, con procedure selettive semplificate di svolgimento delle prove che assicurasse comunque il profilo comparativo per titoli e prova orale nella quale si accertasse anche il possesso di conoscenze informatiche e digitali, pubblicando i bandi nell’Albo notiziario e nel sito istituzionale dell’ARER per 15 giorni consecutivi.

In particolare è stato chiesto di conoscere quali prospettive si configurano per i dipendenti assunti e per garantire il servizio di sostegno alle iniziative legate agli investimenti e quali le modalità operative adottate a seguito della decisione della Corte Costituzionale.

«Da un punto di vista sostanziale, con la sentenza 140 dello scorso 11 luglio, la Corte Costituzionale ha ritenuto aderente alla Costituzione la norma regionale, giudicando regolare la procedura selettiva – ha riferito l’Assessore alle politiche sociali, Carlo Marzi -. La parte contestata riguarda solo la mancata pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale regionale. Nel ragionamento complessivo è stata riconosciuta la prevalenza dell’interesse pubblico: le due risorse, assunte da oltre un anno, sono impiegate nell’ottica di garantire il servizio di sostegno alle iniziative legate agli importanti investimenti in essere che devono essere portati a termine in tempi definiti anche per evitare di perdere i finanziamenti statali.»

“La nota del Presidente della Giunta aveva già fatto chiarezza su questa sentenza – ha commentato il Consigliere Baccega -. Siamo confortati dal fatto che l’interesse pubblico sia salvaguardato e che l’investimento su due risorse di personale che hanno lavorato sul PNRR non sia andato sprecato. Il lavoro potrà proseguire e auspichiamo la realizzazione nei tempi previsti dei progetti programmati.”

Informa un comunicato stampa pubblicato integralmente.

 

 

(28 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Torino
nubi sparse
18.7 ° C
20.5 °
17.4 °
80 %
2.2kmh
68 %
Mer
23 °
Gio
23 °
Ven
23 °
Sab
22 °
Dom
15 °
PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE