Pubblicità
0 C
Torino
-3.8 C
Aosta
8.2 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeNotizieRassegna concertistica "Legami indissolubili" al via dal 26 gennaio

Rassegna concertistica “Legami indissolubili” al via dal 26 gennaio

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Per il 2024 l’associazione di promozione sociale Sm@rtOpera propone la rassegna concertistica “Legami Indissolubili – Sm@rt OperaSuite”: ogni mese verrà presentato al pubblico un concerto tematico, per dare una continuità e una connessione tra ogni evento. “Cosa riteniamo sia importante per noi tanto da rendere qualcosa indissolubile? Abbiamo deciso di raccogliere e di trasmettere quello che per noi è importante come strumento per leggere il mondo contemporaneo attraverso il nostro linguaggio: la Musica e l’Opera Lirica”.

Dal 26 gennaio al 20 dicembre, un anno con Sm@artOpera e con “Legami Indissolubili – Sm@rt OperaSuite” per condividere Musica e opera Lirica, sentimenti, gioie e dolori di questo mondo musicale che dialoga con l’attualità indissolubilmente.

Il primo appuntamento è per venerdì 26 gennaio 2024 con “L’indifferenza è Complice”: 86 anni fa furono emanate le “leggi razziali”, attraverso le quali milioni di persone subirono la perdita improvvisa di diritti, proprietà, umanità. Oggi vogliamo preservare questa Memoria, affinché sia un monito per il futuro e testimonianza del passato, poiché chi ha perso tutto non piombi nell’oblio e chi è sopravvissuto e vive ancora possa non essere dimenticato. Un tema fondamentale di questa storia è proprio lei: l’indifferenza. Sì, perché fu proprio questa a passare tra le vie della società, tra chi prima era il tuo vicino di casa e dopo un perfetto sconosciuto. L’indifferenza è complice

Quando Liliana Segre ha deciso di uscire e raccontare la sua storia ed anche quella di altre persone che non ce l’hanno fatta, ha compiuto un atto di coraggio. Mettersi a nudo per ricordare dei momenti terribili, degli strazi e dei tormenti subìti non è semplice, ma è stato fortemente propedeutico per tutti gli studenti che hanno avuto la possibilità di ascoltarla e capire, per non essere appunto indifferenti.

In questo concerto l’associazione sm@rtOpera propone dunque degli estratti della sua ultima testimonianza pubblica, alternata a letture del Diario di Frida Misul, soprano deportata e sopravvissuta e musiche evocative, permeate di quel significato che non vogliamo dimenticare. Da Ravel a Stravinskij, Prokofiev e Krasa, faremo un viaggio emozionante, commovente, attraverso la musica della Memoria.

Sul palco si alterneranno Ilaria Lucille De Santis, soprano e Laura Realbuto, mezzosoprano; al pianoforte Cecilia Novarino. Le letture saranno declamate da Andrea Goglio. La revisione del concerto è a cura del musicologo Sandro Gugliermetto. Presenta Stefania Casarin. Info e prenotazioni scrivendo a associazione@smartopera.it e su www.smartopera.it.

Il programma:

M. Ravel – “Kaddish”, mezzosoprano
I. Stravinskij – “Tango”, solo piano
V. Ulmann – “Ist’s wahr” da Il re di Atlantide, soprano
S. Prokofiev – “Campo della morte”, mezzosoprano
C. A. Bixio – “Mamma”, soprano
F. Schubert – “Standchen”, Serenata, soprano
Y. Rotblit – “Shir La Shalom”, soprano, mezzosoprano e basso

Venerdì 26 gennaio 2024, ore 21.00, Auditorium Orpheus – Fondazione EDP, Corso Generale Govone 16/A, Torino.

 

 

(24 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE