Home » notizie » A Torino stanno ancora “sfalciando” il Po, maledette piante acquatiche…

A Torino stanno ancora “sfalciando” il Po, maledette piante acquatiche…

foto: Repubblica

foto: Repubblica

di Redazione

 

 

 

 

Insomma pare proprio che l’operazione “Un Po più tuo”, sia l’unica operazione degna di nota della giunta Appendino, considerando che solo di quella ci viene data comunicazione stampa: nella tarda mattinata del 10 ottobre è partito lo sfalcio meccanico tra i ponti Umberto I e Isabella che permetterà lo svolgimento in sicurezza delle competizioni autunnali di canottaggio. Perché i canottieri portano voti. In dettaglio attorno alle 10.30 del 10 ottobre scorso all’altezza dei Murazzi una gru ha calato in acqua una sorta di tosaerba galleggiante che consentirà di liberare il fiume delle piante acquatiche che intralciano l’attività degli appassionati del remo, principalmente lungo la sua sponda destra. Il mezzo galleggiante, dotato di tre lame, si muove sull’acqua tagliando le alghe e raccogliendole al suo interno attraverso l’azione di un nastro trasportatore. L’intervento è partito dopo un sopralluogo operato con il gommone del nucleo fluviale di San Salvario della Polizia municipale al quale hanno preso parte tecnici del settore Ponti e Vie d’Acqua della Città di Torino, gli operatori della ditta che si occupa dello sfalcio e rappresentanti delle società di canottaggio torinesi Armida e Cerea e proseguirà nei prossimi giorni. Non son notizie?

 

 

 

 

 

 

(11 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi