Home » copertina » Torino, per il caso Asproni la Sindaca a 5 Stelle nei guai: inizia l’Appendiniade

Torino, per il caso Asproni la Sindaca a 5 Stelle nei guai: inizia l’Appendiniade

chiara-appendino-05di Giancarlo Grassi

 

 

 

 

Motivo del contendere la questione legata alla mostra di Manet che Appendino, altra illuminata Sindaca della favolosa stirpe degli amministratori a 5 Stelle, ha fatto saltare non si sa perché, incolpando Patrizia Asproni, l’ex Presidente della Fondazione Torino Musei già dimissionaria con gran sbattimento di porte.

Ma vediamo un po’. Pare che proprio Asproni abbia chiesto più volte, a partire dal 22 giugno, di essere ricevuta dalla sindaca Chiara Appendino senza mai ottenere risposta: lo denuncia il consigliere comunale Alberto Morano, che ha dichiarato di essere in possesso di mail che lo provano, mail che portano la data del 22 giugno 2016,del  5 luglio 2016 e del 19 luglio 2016, e nelle quali Patrizia Asproni avrebbe prima chiesto, e poi reiterato la richiesta, di poter essere ricevuta dalla Sindaca Appendino. Nessuna risposta. Il punto però non è questo, è che invece Appendino lo scorso 24 ottobre, subito dopo avere chiesto la testa di Patrizia Asproni, aveva affermato in Sala Rossa a Torino di avere il 5 ottobre “alla Presidente Asproni di venire qui da me a Palazzo. Ci è stato comunicato che la prima data utile era per il 25 ottobre. Ma se c’erano queste criticità forse sarebbe stato utile comunicarle“. Le criticità sono da intendersi come la mostra di Manet saltata non certo per volontà di Asproni.

Il consigliere Alberto Morano sarebbe in possesso delle fotocopie delle email che Asproni scrisse alla Sindaca senza ottenere risposta, forse Appendino era impegnata con la promozione della dieta vegana, ed ha accusato la prima Cittadina a 5 Stelle di dire bugie. “Le bugie hanno le gambe corte. Lei la scorsa settimana ha mentito ai consiglieri della città (…) Governare è una cosa seria, non lo si fa raccontando bugie in quest’aula”. Così che Lega Nord, Forza Italia, Partito Democratico, Roberto Rosso e lo stesso Alberto Morano depositeranno un’interpellanza generale dove verranno chieste pubbliche scuse o le dimissioni della Sindaca.

Finiti i tempi nei quali Appendino poteva farsi bella con le delibere di fine mandato del Sindaco Fassino, anche per Torino comincia il Medio Evo a 5Stelle. L’Appendiniade è solo al primo capitolo. Alla faccia di chi l’ha votata per il “cambiamento”.

 

 

 

 

(4 novembre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi