Home » Comune di Torino » La Sindaca Appendino vieta i carri funebri nelle domeniche senz’auto. Non è proprio così

La Sindaca Appendino vieta i carri funebri nelle domeniche senz’auto. Non è proprio così

di Redazione

 

 

 

 

 

Supportata dalle demenziali dichiarazioni di una delle sue assessore (“Chiederemo comprensione ai Vigili”, poveretta), quelle alle quali piace tanto esprimersi in burocratese per combattere le burocrazie e usare  termini anglofoni – “car pooling” – proprio come se tutti parlassero le lingue come Di Battista o Di Maio, per favorire la comprensione dell’informazione, la notizia che nelle domeniche senz’auto a Torino è vietato morire [sic] ha rapidamente fatto il volo dei quotidiani seri, mica come il nostro, che si sono affrettati a darci dentro. Hanno fatto bene, perché con questi non si sa mai, essendo i 5Stelle un’accozzaglia di impreparazione, arroganza, prosopopea, incultura tutto condito di populismo neo-fascista, magari hanno agito bene e prontamente sono rientrati gli allarmi, attraverso un comunicato stampa che il Comune di Torino ha inviato anche alla nostra redazione e che pubblichiamo integralmente.

 

Con una circolare interna rivolta a quanti saranno impegnati nel controllo dell’applicazione dei divieti di transito nel corso della domenica ecologica del 2 aprile prossimo, i direttori della Divisione Ambiente e del Comando di Polizia Municipale hanno fornito ulteriori specifiche sui contenuti delle deroghe, per fare chiarezza e permettere una corretta lettura dell’ordinanza, dissipando dubbi ed evitando erronee interpretazioni.

Tra le varie precisazioni offerte, i punti principali della circolare riguardano il car pooling, dove si specifica che è da intendersi riferito “ai veicoli adibiti al trasporto persone aventi al massimo otto posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) e non è esteso ai veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1)”. Inoltre, la deroga riservata ai medici è da intendersi estesa anche ai veterinari.

In merito alle deroghe rivolte ai mezzi impiegati nelle cerimonie funebri, il documento ricorda che “è da intendersi estesa ai veicoli utilizzati dai ministri officianti le cerimonie religiose e anche ai veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e trasporto funebri per lo svolgimento delle attività propedeutiche alle cerimonie funebri”.

 

Noterete straordinarie locuzioni come “attività propedeutiche alle cerimonie funebri” (non viene detto quali, ma tanto alla Polizia Municipale saranno “comprensivi”). Viene da sé come tra le attività “propedeutiche” non siano compresi gli avvelenamenti, essendo anch’essi causa di cerimonie funebri.

La risposta più irriverente, nella sua autorevolezza, all’ennesima demenziale ordinanza partorita dal M5S pre-comunicato stampa riparatore, era stata quella di Michela Farò, segretaria dell’associazione torinese delle imprese funebri, che aveva parlato della domenica come di un giorno nei quali si ha la stessa “incidenza di decessi di un giorno feriale. E non credo che la statistica subirà variazioni a causa di una domenica a piedi”.

E’ vero che la domenica non si celebrano esequie a Torino, ma Farò aveva esteso la sua curiosità anche ad altri aspetti: “Se una famiglia nella quale c’è stato un decesso ci chiama cosa rispondiamo? “Non possiamo venire perchè c’è il blocco”? Oppure “Veniamo stasera dopo le 18, oppure chiami domani”?”.




Ed eccoli svelti svelti i 5Stelle mettere l’ennesima toppa al loro demenziale sistema di governo, non sia mai che dopo essersene fregata dei morti torinesi di ieri Appendino non venga tacciata di fregarsene anche di quelli di oggi in nome delle domeniche ecologiche. Anche la risposta dell’assessora all’ambiente non era stata male. Lady Giannuzzi dichiarava di non considerare “attività in pronto intervento” quella delle aziende funebri. Come vedete questi non sono solo incapaci, sono matti da legare.

 

 

 

 

(30 marzo 2017)

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi