Home » copertina » La Sindaca Appendino piange miseria: date il 5×1000 al Comune di Torino

La Sindaca Appendino piange miseria: date il 5×1000 al Comune di Torino

foto
ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

di G.G.

 

 

 

 

Non contenta di avere aumentato le tasse, di avere tagliato i servizi e di avere combinato ben poco del poco che aveva promesso, la Sindaca di Torino Chiara Appendino, finita la spinta delle misure varate dalla giunta Fassino negli ultimi mesi di legislatura, è costretta a chiedere l’elemosina ed ha invitato i torinesi a devolvere il 5×1000 al Comune di Torino, perché lei vale. Lo scrive con un post su Facebook invitando i torinesi a devolvere il 5×1000 per “aiutare i torinesi in difficoltà” quasi a sottindere che se non ci penseranno i torinesi, che hanno già ampiamente dato con le tasse, con gli aumenti sui permessi per entrare nella ZTL, con i tagli alla Cultura ed ai servizi, la fantastica Giunta Appendino non potrà. Perché una cosa è promettere miracoli, e l’altra cosa è farli.

 

 

La donazione per il “sociale” del 5×1000 non se l’è inventata Appendino, ma è la prima volta che la richiesta viene fatta dopo avere dichiarato il dissesto dei conti e la necessità di tagli. In due parole il fallimento delle politiche economiche della Giunta Appendino che senza programmazione, senza un piano per il futuro, ha venduto fumo al quale i torinesi hanno creduto perché “bisognava cambiare”. Ci chiediamo se la prossima mossa sarà il permesso per la questua domenicale nelle chiese della città.

 

 

 

(10 maggio 2017)




 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata



 

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi