Pubblicità
13.8 C
Torino
4.8 C
Aosta
16.2 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeNotizieTorino annuncia che presenterà la candidatura a "Capitale Verde Europea" del 2021

Torino annuncia che presenterà la candidatura a “Capitale Verde Europea” del 2021

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Gaiaitalia.com #Torino twitter@gaiaitaliacomlo #ambiente

 

 

La Città di Torino si candiderà (il comunicato stampa recita “vuole candidarsi”, nel caso cambino idea nel giro di poche ore) al titolo di “Capitale verde europea” per il 2021 e “per ottenere questo risultato crea un tavolo di lavoro per la predisposizione della candidatura”; vedete come per i fantasiosi addetti stampa di Palazzo Civico tra “predisposizione della candidatura” e “ottenimento di un risultato” esista una rapporto di causa-effetto.

Non paghi, i troppo entusiasti addetti stampa della giunta Appendino, confezionano il resto del comunicato stampa che pubblichiamo di seguito integralmente, con raro talento comico: “Il riconoscimento, lanciato dalla Commissione europea, è rivolto a città di almeno 100mila abitanti con standard ambientali di qualità certificati, impegnate in ambiziosi obiettivi di sviluppo sostenibile e di pianificazione territoriale. Finora, dalla sua istituzione nel 2008, nessuna città italiana è mai arrivata tra le finaliste della selezione. Lo hanno ottenuto Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz, Nantes, Copenhagen, Bristol, Ljubljana, Essen, Nijmengen (quest’anno) e, per il 2019, Oslo. I benefici del titolo per la città che lo riceve sono numerosi: tra i tanti, più turisti, più visibilità nei media internazionali, investimenti esteri, maggiori risorse per i progetti ambientali. La creazione di un buon dossier di candidatura richiede un lavoro di squadra dei servizi dell’Amministrazione comunale e per ottenere questo obiettivo verrà creato un gruppo di lavoro formato dalle aree e servizi Ambiente, Mobilità, Verde e Urbanistica, Sistema informativo, Energy management. Il bando sarà pubblicato tra maggio e giugno prossimi con scadenza a ottobre”.

Naturalmente Torino, per il semplice fatto di averne l’intento, ha già stravinto. Così funziona un governo che funziona (scusateci la ridondanza).

 





(20 febbraio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE