Home » Cultura Piemonte | Valle d’Aosta » A Torino per i 500 anni di Leonardo Da Vinci, l’uomo che (si) inventa

A Torino per i 500 anni di Leonardo Da Vinci, l’uomo che (si) inventa

dav

di Mirko Saporita #Torino twitter@gaiaitaliacomlo #LeonardoDaVinci

 

Regione Piemonte, in coordinamento con il Ministero dei Beni  e le Attività Culturali, Fondazione Torino Musei e Musei Reali Torino propongono in vista dell’anniversario della nascita del grande scienziato e inventore Leonardo Da Vinci, in data 15 aprile. Ormai lontani dagli stimoli e dagli ideali di quest’uomo, non si è potuto giustamente fare a meno di celebrare i 500 anni dalla sua scomparsa.

Presenti nella Sala delle guardie Svizzere del Palazzo Reale di Torino, fra le molte personalità gli assessori Leon e Sacco, la sindaca del comune di Barge, Paola Casagrande (Direttrice Culturale della regione Piemonte) ed Enrica Pagella  Direttrice dei Musei Reali. Prezioso il contributo delle istituzioni educative locali e non, quali Il Politecnico di Torino, l’Accademia delle Scienze, il Conservatorio G. Verdi, la Biblioteca Reale, il Teatro Stabile di Torino e L’Università di Milano.

Cinquanta opere verranno suddivise nel percorrere 7 principali tematiche nella biografia di Da Vinci: dai suoi suoi lavori riguardanti l’età classica, agli studi sulle proporzioni anatomiche e architettoniche, alla poesia, al significato celato nell’arte dell’autoritratto con il (supporto di altri grandi dell’arte rinascimentale e contemporanea), allo scontro fra reale ed ideale -riassunto nel volto umano-, ai suoi disegni e le invenzioni cui il “Codice del Volo degli Uccelli” ne è cartacea testimonianza ed infine il legame di Leonardo con il territorio piemontese e le sue ricchezze. Qui sorge necessario fare riferimento alle pietre di Alessandria e alla Quarzetta, tipica di Barge.

Un insieme di mostre, conferenze ed incontri che porteranno i curiosi e gli appassionati dunque anche fuori dalla città metropolitana, nella provincia di Cuneo (Saluzzo e Barge). Tante anche l’iniziative per attrarre più turisti possibile, attraverso attività promozionali presso fiere estere (ITB di Berlino e Shangai, MITT di Mosca) e locali con il Salone del Libro e quello dell’Automobile di Torino.

Non mancheranno agevolazioni e attività di Co-Marketing con i principali vettori dei trasporti: apparizioni sul magazine Ulisse di Alitalia, sulla rete ferroviaria Trenitalia etc.; l’eco della mostra giungerà anche in alcune città dello stivale, Bologna, Bari e Verona, così come nelle principali località francesi, grazie anche attività che si svolgeranno lungo la linea ferroviaria francese TGV.

Per il programma dettagliato degli appuntamenti è possibile consultare il sito www.leonardotorino.it.

 

 




 

(5 febbraio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi