Home » notizie » Sono leghisti i primi “furbetti” del bonus in Regione Piemonte

Sono leghisti i primi “furbetti” del bonus in Regione Piemonte

di Redazione #Torino twitter@torinonewsgaia #Piemonte

 

Sono due pretoriani salviniani, seguaci del Tribuno che difendeva i confini e voi avete mandato a processo, i due leghisti che dalla Regione Piemonte assisi hanno fatto sapere di avere restituito il bonus, € 1200 uno e non si sa quanto l’altro, con bonifico e con colpa lanciata contro il consulente fiscale reo di avere richiesto il bonus (a loro insaputa?). La restituzione, commenta Lo Spiffero al quale vi rimandiamo per l’articolo completo, è avvenuta con puntualità sospetta due giorni prima che esplodesse la polveriera “furbetti delle p.Iva”.

I due consiglieri che si sono mondati della colpa via restituzione bonus sono al primo mandato in consiglio Regionale, mandato che frutta loro 8mila euro e più mensili (compresi rimborsi e indennità varie). eccoli pretoriani della Lega di Salvini per i quali il detto Roma Ladrona appariene ormai al passato e sembra molto più attuale il famoso “la Lega non perdona“. Certo per altri e differenti motivi.

P.S. Noi i nomi non li facciamo ora e non li faremo dopo, perché un conto è criticare anche ferocemente un sistema di gestione troppo allegra della cosa pubblica, altra è esporre la gente all’insulto ed alla vendetta. Caccia alle streghe, no. E neanche gogna ai colpevoli. Giustizia.

 

(11 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi