Home » notizie » La Digos di Torino denuncia i tre autori dell’intimidazione al preesidente Cirio

La Digos di Torino denuncia i tre autori dell’intimidazione al preesidente Cirio

di Redazione #Torino twitter@torinonewsgaia #Cronaca

 

La Digos della Questura di Torino, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica di Torino, ha eseguito perquisizioni domiciliari presso le abitazioni dei tre responsabili dell’affissione, nei giorni scorsi, di tre volantini analoghi a quelli realizzati dalle Brigate Rosse per il sequestro di Aldo MORO riportanti pero l’immagine del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, con la scritta “I COSPLAYER CHE VOGLIAMO”.

In particolare, O.A. di anni 25, appartenente al “C.U.A. – Collettivo Universitario Autonomo” (articolazione universitaria di Askatasuna), unitamente a C.F. di anni 23, si sono evidenziati anche nel corso della recente mobilitazione estiva contro la Grande Opera Ferroviaria, partecipando ad alcune delle iniziative più violente, per le quali entrambi sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, mentre la terza responsabile della predetta azione intimidatoria, F.G. di anni 30 è stata recentemente identificata dalla DIGOS nel corso di un’iniziativa dei “rider”.

I tre predetti responsabili sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per minacce aggravate.

Così un comunicato stampa della Questura di Torino ricevuto in redazione, che pubblichiamo integralmente.

 

(8 ottobre 20209

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi