14 C
Torino
sabato, Settembre 25, 2021
Pubblicità

Investito volontariamente il sindacalista Adil Belakhdim, che rimane ucciso: il “salvinismo” proferisca verbo ed esca dal loop delle mascherine

di Redazione, #Novara

Il sindacalista Adil Belakhdim è rimasto ucciso dopo che l’autista di un camion ha lanciato il mezzo per uscire dal magazzino incurante del presidio che bloccava l’ingresso. L’investitore, 25enne, è poi fuggito, ma è già stato arrestato. L’accusa è omicidio stradale e resistenza; i fatti a Biandrate.

Il 37enne Adil Belakhdim era il coordinatore dei Si Cobas di Novara, cittadino italiano di origini marocchine, ed è morto investito da un camion davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, nel novarese, durante una manifestazione di lavoratori della logistica. L’autista che lo ha investito era poi fuggito per essere bloccato poco dopo dai Carabinieri mentre era in autostrada. Ha dato la sua versione dei fatti. Sul post il 118 che nulla ha potuto perché Belakhdim era già morto. Il presidente del Consiglio Mario Draghi da Barcellona dove partecipa all’Evento Cercle d’economia, ha chiesto che “si faccia subito chiarezza”.

Salvini e Meloni sono in campagna elettorale. Poco dicono. Il leader leghista è occupato con le mascherine, e sul suo profilo Twitter,  fino al momento in cui pubblichiamo questo articolo, non c’è una sola parola sull’accaduto.

 

 

(18 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 





 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,636FansMi piace
2,369FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE