4.8 C
Torino
sabato, Gennaio 22, 2022
Pubblicità

Parallelo complottista tra No vax e Gesù Cristo con contorno di Freccero e Cacciari

di Daniele Santi, #Lopinione

Scomodano figure che hanno un senso per darsi un senso senza rendersi conto di perdere di senso. Sono i grandissimi del decadimento, un tempo rinomatissimi per ragioni che non son più, ora in variegata accozzaglia no vax in rigorosissimo live streaming e tutti insieme appassionatamente.

Sono tanti, vieppiù anzianotti, con un certo passato più che con un certo futuro. Basta fare i conti, mica è una dichiarazione di valore. Ci sono i Freccero, i Cacciari (che da Gruber citava a caso premi Nobel che non sono mai esistiti, chiedetelo a Severgnini che è uno che si documenta), gli Agamben, insieme ad altri innominati che producono ben 58 interventi complottisti e negazionisti ché non c’era neanche bisogno di metterle insieme tutte quelle teste pensanti lì, bastava un qualsiasi gruppuscolo Facebook, anche d’incolti ché ce n’è tanti.

E poi “le squadre fasciste di Farinacci erano meno aggressive di quelle che cercano i non vaccinati casa per casa” (li cercano casa per casa? ma guarda…), “perché si limitavano a usare solo [sic] l’olio di ricino”, chissà perché dev’essersi dimenticato delle squadre di no vax che cercano i governatori casa per casa, pubblicando indirizzi privati, video con indicazioni per arrivare dove vivono, inviando minacce quotidiane. Ma anche quella roba lì non è vera, fa parte del complotto. Come “l’algoritmo di Facebook” che ha deciso di “rendere il convegno odierno invisibile ai suoi utenti” e trattasi, naturalmente, di “una censura allarmante”. Perché c’era un convegno. Non ce n’eravamo accorti.

Poi tra un genio e l’altro, tra una dichiarazione gravida di verità e quella successiva più vera della verità stessa, si arriva all’apoteosi: il paragone con Gesù Cristo “ucciso solo perché aveva manifestato il proprio pensiero”. Poi, dopo avere scomodato il Cristo altre accuse e l’invito al resistere contro la piovra. Ad uno sguardo superficiale la piovra sbagliata, ma di fronte a tanta scienza come poter continuare a dare un’opinione scritte con le nostre povere e inutili teste?

 

(9 dicembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,825FansMi piace
2,397FollowerSegui
131IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE