Pubblicità
12 C
Torino
8.3 C
Aosta
19.7 C
Roma
PubblicitàLenteContatto.it
Pubblicità
HomeL'Opinione TorinoIl diritto all'oblio per mondarsi del passato "politico" dopo avere rincorso la...

Il diritto all’oblio per mondarsi del passato “politico” dopo avere rincorso la poltrona parlando a vanvera

Pubblicità
GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa

Succede che si finisca sui giornali all’insegna dello shakespeariano “fama infamia che importa” e poi, secondo l’antica legge del “tutto passa, ma la mia arroganza no”, dopo essersi sentiti onnipotenti e impunibili anche se in politica non sai mai quanto duri, e dopo che la politica ha offerto un meritato calcio in culo e ha detto bye bye, si scoprano lesi nella loro onorabilità. Si sono lesi da soli, ma è un dettaglio.

Così, perduta l’impunità e la carica politica, mondati dal senso di onnipotenza che lo stipendio annuale a tre zeri più rimborsi offriva, eccoli rivolgersi con pieno diritto ad avvocati che, in nome del sacrosanto diritto all’oblio, chiedono la cancellazione di questo o quell’articolo in nome del loro diritto all’onorabilità e rispettabilità. E la stampa, che è seria, con l’orgoglio della serietà, cancella.

Sono in maggioranza meteore che hanno cercato la visibilità mediatica a tutti i costi quando pensavano di essere qualcuno e che ora che sono stati buttati fuori dal circo dalla volontà popolare, mica dalla sfiga, se la prendono con chi ha pubblicato ciò che loro erano e dicevano minacciandoli di querele in nome della loro onorabilità [sic], quando la stampa si è limitata a dare conto delle loro azioni pubbliche e non si è inventata nulla. Erano e rimangono poveracci.

 

(14 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Torino
cielo coperto
12 ° C
13.7 °
10.4 °
78 %
1.3kmh
96 %
Dom
14 °
Lun
21 °
Mar
20 °
Mer
20 °
Gio
20 °
PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE