Pubblicità
14.2 C
Torino
3.4 C
Aosta
17.9 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeNotizieManon si fa in tre al Teatro Regio Torino

Manon si fa in tre al Teatro Regio Torino

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Mirko Saporita

La città di Torino continua a puntare sulla cultura e sul teatro grazie all’attività del Sovrintendente del Teatro Regio Mathieu Jouvin e del Direttore artistico Cristiano Sandri. Manon Manon Manon è stata presentata oggi come programmazione che vedrà dal 1° al 29 ottobre una triplice versione teatrale dell’opera letteraria dell’abate francese Antoine François Prévost Manon Lescaut; alla fine del XIX secolo il romanzo ispirò a sua volta tre compositori: Daniel Auber, Jules Massenet e Giacomo Puccini.

Per omaggiare il talento di questi quattro personaggi le tre versioni di Manon Lescaut, sebbene partano dalla stessa opera si differenziano e completano con il supporto di tre direttori d’orchestra, tre diversi cast di attori e l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio. Gli allestimenti sono affidati ad Alessandro Camera, i costumi a Carla Ricotti e le luci a Fiammetta Baldiserri. I tre spettacoli sono stati messi nelle mani del regista Arnaud Bernard, che ha approfittato del legame fra il cinema francese e Torino, città nella quale ebbe luogo la prima proiezione cinematografica italiana, nel 1896, per fornire al pubblico qualcosa che possa risultare inedito al pubblico.

Ciascuna versione farà quindi riferimento ad una determinata epoca e sarà inoltre accompagnata da un diverso Assistente di regia: Marina Bianchi sarà impegnata nell’adattamento di Puccini e con il suo “realismo poetico”, incastonato nella cornice del cinema francese degli anni ’30. Gli anni sessanta parigini e l’iconica Brigitte Bardot sono affiancati da Stephen Taylor; infine, la Manon di Aubert e il cinema muto vedrà il supporto di Yamal Das Irmich.

La prima della Manon Lescaut di Puccini avrà luogo il 1° di ottobre, diretta dal maestro Renato Palumbo e interpretata nei ruoli principali da Erika Grimaldi, Andeka Gorrotxategui, Alessandro Luogo, Dinara Alieva e Carlo Ventre. Il 5 ottobre seguirà la versione di Jules Massenet, con il direttore Evelino Pidò e nel ruolo dei protagonisti Ekaterina Bakanova, Björn Bürger, Atalla Ayan e Roberto Scandiuzzi, alternati a Martina Russomanno, Maxim Lisiin, Andrei Danilov e Ugo Rabec. Dal 17 al 27 ottobre debutterà con la versione di Aubert il maestro Guillarme Tourniaire, dirigendo i protagonisti Rocío Pérez, Armando Noguera, Sébastien Guèze, Francesco Salvadori, Manuela Custer, Marie-Eve Munger, Gurgen Buveyan e Marco Ciaponi.

L’importanza Manon Lescaut assume ancora più valore in considerazione del fatto che il Teatro Regio ospiterà la Conferenza d’Autunno di Opera Europea, la più prestigiosa organizzazione dei teatri europei nell’ambito del teatro d’opera e lirico, alla quale partecipano esponenti da 44 paesi.

Si ricorda che per le tre Manon saranno disponibili le Anteprime Giovani, format che prevede l’accesso al pubblico under 30 al costo ridotto di 10€. Info e biglietti sono acquistabili dal 25 marzo presso la Biglietteria del Teatro Regio e online su www.teatroregio.torino.it.

 

(1 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE