Pubblicità
12.3 C
Torino
2.4 C
Aosta
13.1 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeAostaPiccole autonomie e partecipazione in Europa: confronti e prospettive

Piccole autonomie e partecipazione in Europa: confronti e prospettive

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Il Consiglio regionale della Valle d’Aosta, nel quadro delle celebrazioni dell’80° anniversario della Resistenza, della Liberazione e dell’Autonomia e con il patrocinio dell’Università della Valle d’Aosta, dell’Eurac Research di Bolzano e del Gruppo Autonomie Speciali Alpine, organizza, venerdì 15 marzo 2024, nell’Aula magna dell’ateneo valdostano (Strada Cappuccini 2, ad Aosta), il convegno “Piccole autonomie e partecipazione in Europa: confronti e prospettive”.

«L’obiettivo dell’incontro – specifica il Presidente Alberto Bertin – è quello di offrire uno sguardo approfondito su alcune caratteristiche realtà autonome presenti in Europa e sul loro ruolo nel complesso spazio giuridico europeo, in un’indagine che, innanzitutto, metta a confronto diverse esperienze di affermazione ed esercizio concreto dell’autonomia. Una particolare attenzione sarà riservata alla dimensione della partecipazione delle e nelle “piccole” autonomie osservate, vale a dire ai vari livelli, da quello locale a quello europeo.»

I lavori, che cominceranno alle ore 9 con gli indirizzi istituzionali di saluto, si articoleranno in due sessioni, con la partecipazione di accademici ed esperti.

La mattinata sarà dedicata alla presentazione dei casi di studio selezionati: autonomie speciali italiane (Petra Malfertheiner – Eurac Research), Corsica (Wanda Mastor – Université de Corse Pasquale Paoli), Isole Åland (Anton Nilsson – Rappresentanza permanente della Finlandia presso l’Unione europea), Regione Molise (Maria Antonella Gliatta – Università del Molise) e Comunità germanofona del Belgio (Karl-Heinz Lambertz – esperto Comunità germanofona del Belgio).

Seguirà, nel pomeriggio (alle ore 14.30), una tavola rotonda animata da Nicolò Alessi (Università di Berna) che, in ottica evolutiva, svilupperà il confronto sui profili emersi nel corso della mattinata, con particolare riferimento a quelli partecipativi, siano essi già esistenti o potenziali. A confrontarsi saranno Antonio Floridia (Regione Toscana), Roberto Louvin (Università di Trieste), Antonio Mastropaolo (Università della Valle d’Aosta), Francesco Palermo (Università di Verona e Eurac Research) e Roberto Toniatti (Università di Trento).

Le lingue di lavoro saranno italiano, francese e inglese. L’evento, a ingresso libero sino ad esaurimento posti, potrà essere seguito anche online, previa iscrizione.

 

 

(5 marzo 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE