Pubblicità
12.3 C
Torino
2.4 C
Aosta
13.1 C
Roma
PubblicitàSouvenir Box - Forst
Pubblicità
HomeCronaca Piemonte e Valle d'AostaIl Questore di Torino adotta cinque DACUR nei confronti di altrettanti minorenni

Il Questore di Torino adotta cinque DACUR nei confronti di altrettanti minorenni

GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Torino 

Cinque minori, due tunisini e tre egiziani, di età compresa tra i 15 e i 17, sono stati destinatari di altrettanti provvedimenti di divieto di accesso ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico intrattenimento presenti nel territorio dell’intera provincia di Torino, per la durata di 2 anni, adottati dal Questore.

I DACUR, disciplinati dall’art. 13 bis L.14/2017, sono stati adottati a seguito della convalida degli arresti e dell’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dall’Autorità giudiziaria, per due rapine consumate e una rapina tentata di cui i cinque giovani risultano essere gravemente indiziati. Nelle scorse settimane, infatti, gli operatori dell’UPGSP hanno proceduto all’arresto dei cinque giovani dopo aver ricevuto diverse segnalazioni su plurime rapine in atto tra via Nizza, Corso Galileo Ferraris e via Massena e gli operatori di volante, già sulle tracce dei presunti autori, li individuavano in corso Vittorio nei pressi della stazione di Torino Porta Nuova, con ancora indosso la refurtiva e con diversi coltelli utilizzati verosimilmente anche per ferire sul volto alcune delle vittime che hanno riportato una prognosi di 14 giorni per le lesioni subite.

La prima rapina si verificava nei pressi di Via Nizza dove il gruppo avvicinava un rider per derubarlo del telefono, sotto la minaccia di un coltello. Un componente del gruppo lo feriva al viso per ottenerne il codice di sblocco. Mentre i membri del gruppo si davano alla fuga, la vittima li inseguiva per cercare di recuperare il cellulare, ma veniva aggredito e scaraventato a terra. Poco dopo, il gruppo operava un’altra rapina nei pressi di Porta Nuova a danno di un ragazzo anche lui derubato del cellulare. Nella circostanza la vittima veniva colpita con un pugno al viso. Una ventina di minuti dopo, non lontano dal luogo del secondo fatto, il gruppo attuava un terzo tentativo di rapina. Mentre camminava in via Massena angolo Corso Stati Uniti, un giovane veniva avvicinato alle spalle dal gruppo, prima gli viene chiesta una sigaretta e poi di consegnare il cellulare. Al rifiuto di dare l’oggetto il giovane viene colpito con un pugno al volto.

 

(20 marzo 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 



PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE