Home » L'Opinione Torino » Impreparati, incolti, caciaroni ed arroganti: “fascistelli” in testa che ci vorrebbero chiudere la bocca

Impreparati, incolti, caciaroni ed arroganti: “fascistelli” in testa che ci vorrebbero chiudere la bocca

di E.T. #Lopinione twitter@torinonewsgaia #Risate

 

Buongiorno. E’ l’Editore [sic] che vi scrive. Ci sono episodi molto divertenti che vanno raccontati, perché anche in tempi di Coronavirus bisogna pur ridere. E se non ridiamo di noi stessi, di cosa vogliamo ridere? Una delle cose più divertenti succedutesi in redazione negli ultimi giorni, tra drammi di una certa portata e giunte regionali che sembrano fregarsene di ciò che succede sul serio continuando con la loro inutile e svergognata propaganda, quella Lombarda in testa, sono una serie di accuse ed insulti arrivate via commento ad alcune nostre notizie.

Una, quella più normale, l’accusa di “scrivere male” perché quando non si hanno argomenti bisogna dare scappellotti qua e là, così tanto per colpire, soprattutto se non si hanno i mezzi né gli argomenti per entrare nel merito. L’altra, ancora più divertente e che non vederete sui nostri quotidiani perché opima di volgarità di vario genere, ci accusava alla fine di essere una costola del M5S. A noi.

Per un paio d’ore in redazione non s’è riusciti a lavorare, nemmeno a distanza, perché ci si ammazzava dalle risate anche via whatsapp, dato che d’incontrarsi nemmeno a parlarne in tempi normali – essendo sparsi di qua e di là per l’Italia – figurarsi in tempi di coronavirus. Non c’è male, se le risate sono a commento di insulti che mirano a farti stare zitto.

Ciò che stupisce di questi odiatori, che paiono essere, dato il piglio energico, anche abbastanza giovani, è l’incapacità di comprendere che la loro impreparazione, incultura, caciaronerìa ed arroganza, in una parola, la loro brutalità – nell’accezione ispanica del termine bruto che si andranno a cercare se vogliono sapere cos’è e cosa significa – non porta nulla di migliorativo nella loro vita e grasse risate nella vita altrui. Loro che con i loro insulti pensano di essere utili e di contribuire al miglioramento della società evidenziandone i difetti e le contraddizioni a suon di parolacce non sono altro che una masnada di energumeni il cui comprendonio non va più al di là della necessità di dormire, mangiare, evacuare e del movimento pelvico finché dura e con le loro azioni continuano ad imputridire il clima del paese odiando e manifestando il loro odio per il gusto dell’odio.

Argomentazioni? Nessuna. E una vita che è già finita mentre la respirano.

Una grande tristezza? La vita la buttano via, ma è vita loro ne facciano l’uso che vogliono. Il problema è che questi votano: votano chi urla più forte, chi dà la colpa agli altri, chi odia, chi pesta le moglie, chi si appropria di denaro pubblico, chi truffa, chi è contro le donne ed ogni minoranza debole, mentre sui social gridano idiozie contro una società ingiusta ed il bisogno di uguaglianza. Fanno così ridere che diventa difficile.

Nemmeno la morte alle porte di casa toglie a questi scimmioni la voglia di provocare sulla base del non-sense che alberga dentro le loro inutili teste. L’unica cosa è ignorarli. E chiarire che ciò che fanno è definibile con una sola parola: fascismo.

 

 

(7 aprile 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi