Quello che era stato aggredito e poi non era vero, è stato buttato fuori dalla Lega

CONDIVIDI

di G.G. #Alessandria twitter@torinonewsgaia #Politica

 

Succede che tu voglia diventare qualcuno a tutti i costi e a qualsiasi prezzo e le cose vadano male. Succede che tu ti inventi un’aggressione pepetrata [sic] nei tuoi confronti da uno dei tanti cattivissimi negher di cui è popolato l’immaginario malato di troppi leghisti, militanti e leader, e che poi nella melma della tua stessa bugia tu ci affoghi.

E’ così che a Lele Rachiele non ne è andata bene una. Denuncia un’aggressione che non è mai avvenuta, viene denunciato a sua volta insieme al suo amichetto minorenne che lo avrebbe salvato dalla furia tribale del negher e qualche giorno dopo addirittura la Lega lo espelle dal partito – era cadnidato alle Comunali. Insomma, da Valenza un trionfo su tutti i fronti e un nuovo candidato da esporre, non al pubblico ludibrio, ché ci pensa da sé, ma in una nuova lista di estremissima destra.

 

(21 settembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

ALTRI ARTICOLI

Torino. Aperture straordinarie Ufficio Passaporti

di Redazione Torino Come noto, ai fini di agevolare i cittadini residenti nella provincia di Torino nella presentazione delle...

Ruba la borsa di una donna. Arrestato da un agente fuori servizio

di Redazione Torino Un cittadino peruviano di trentacinque anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato poiché gravemente indiziato...

Juventus penalizzata di 15 punti

di Redazione La Corte d'Appello della Federcalcio ha punito la Juventus con 15 punti di penalizzazione da scontare subito -...