Pubblicità
12 C
Torino
8.3 C
Aosta
19.7 C
Roma
PubblicitàLenteContatto.it
Pubblicità
HomeCopertinaEra il lancio politico del “premierato” e sembrava the voice senior

Era il lancio politico del “premierato” e sembrava the voice senior

Pubblicità
GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Era un vero e proprio parterre de peuple che si mescolava insieme a cantanti passati di moda persino mentre lo erano, artisti di vari o nessunissimi talenti, potenti del momento, terremotati del passato riabilitati, e l’autoproclamata regina d’Italia circondata da fedelissimi, la presidente del Consiglio. Tra i volti notissimi Amedeo Minghi, la solita Zanicchi e Pupo: siamo al gelato al premierato.

Se non fosse stato per la presenza di Meloni la reunion sarebbe sembrata un po’ una versione de noantri di un the voice senior in formato fattoria dei semplici che parlano di trasformare l’Italia in un’altra cosa a beneficio di una sola parte politica, si chiama autarchia e si ispira all’Ungheria (ia ia o), con noti, notissimi, o sempre meno noti, che applaudono alla premier, presidente del parito e ducia in pectore, come l’ha chiamata qualcuno irrispettosissimo, che dal palco parla di assumersi un rischio col referendum sul premierato. Ma sono le libertà personali a rischio.

In realtà tutta la pantomima è l’ennesima distrazione di massa: si distrae dal fatto che è noto che da dicembre, legge di Bilancio, allo stato mancheranno per tre anni 13,5 miliardi di euro all’anno (o si faranno auto-esplodere o dovranno tagliare il tagliabile e il tagliabile, sia detto con rispetto, sono sempre le palle dei poveracci); non vorrete che parlino dei crediti del superbonus da spalmare in dieci anni da quel Giorgetti che li ha messi lì con entusiasmo per tre volte salvo accorgersi del buco creato; non vorrete che parlino della caduta di consensi verso il governo (-15% nelle ultime settimane); non vorrete che vi dicano che senza la candidatura di Meloni scrivete Giorgia FdI perderebbe alle europee fino a 3 punti percentuali; non vorrete che vi dicano che tutto quello che contestano a Bruxelles oggi, ieri l’hanno votato, salvo poi astenersi (che è come dire sì alle decisioni della maggioranza) per pura propaganda interna. Insomma non vorrete che vi dicano la verità?

Non si vedeva niente di più finto dalla standing ovation in onore di Enrico Berlinguer, all’augusta presenza della seconda carica dello Stato La Russa, di appena qualche giorno fa.

 

(9 maggio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 



Torino
cielo coperto
12 ° C
13.7 °
10.4 °
78 %
1.3kmh
96 %
Dom
14 °
Lun
21 °
Mar
20 °
Mer
20 °
Gio
20 °
PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE