Home » Comune di Torino » Le coperture assicurative per il 3 giugno e l’adrenalina di Appendino, o del governare col brivido

Le coperture assicurative per il 3 giugno e l’adrenalina di Appendino, o del governare col brivido

di G.G.

 

 

 

Appendino o del governare col brivido. Sempre sull’orlo dell’oddio cado, ma poi mi rialzo perché son furba, la Sindachissima potrebbe avere un problemuccio con la richiesta di risarcimenti a seguito della sciagurata serata del 3 giugno (1 morto e più di 1500 feriti, una bazzeccola), serata che non contava su nessuna copertura assicurativa, secondo quanto scritto dal La Repubblica.

Le persone pronte a far causa al Comune potrebbero essere infatti molte di più di quelle direttamente coinvolte per avere riportato ferite più o meno gravi o avere perso un congiunto, perché ci sono gli attacchi di panico legati ad accadimenti del genere e vari e possibili danni psicologici. Scrive il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari. “Il Comune non ha fatto una copertura ad hoc per l’evento del 3 giugno, anche se ha una serie di assicurazioni ordinarie sulla responsabilità civile. Polizze con cui risarcisce chi inciampa in una buca e si fa male, ma ci sono dubbi sul fatto che le compagnie possano intervenire rispetto a un evento che raccoglie 30 mila persone in una piazza per assistere alla finale di Champions League sul maxi schermo”.

Per fortuna però ci pensa il Comune e far sapere che la copertura assicurativa è a carico dell’organizzazione. Chi è l’organizzazione? E’ Torino Turismo che ha una sua assicurazione di responsabilità civile il cui massimale è di 6 milioni di euro che non sono nulla di fronte della valanga di richieste di risarcimenti che potrebbero piovere dopo il 3 giugno. La possibilità è che l’ente Torino Turismo riesca, nella sciagurata eventualità di dover far fronte a risarcimenti milionari, a dimostrare la responsabilità organizzativa del Comune.

Vedremo come andrà a finire, anche perché la Sindaca che governa col Brivido ha già individuato i colpevoli all’indomani della tragedia: i venditori abusivi e non sappiamo quanta pecunia da lì potrà uscire, considerando che non risulta che fossero effettivi organizzatori, ma solo effettivi scudi umani utili all’adrenalina di Appendino.

 

 

 

(26 giugno 2017)

 





 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

1 Commento

Lascia un Commento

Server dedicato

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi