Pubblicità
12.2 C
Torino
7.6 C
Aosta
19.7 C
Roma
PubblicitàLenteContatto.it
Pubblicità
HomeMARRAchelleUna prima vittoria contro il sovranismo

Una prima vittoria contro il sovranismo

Pubblicità
GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Matteo Marra

Il 23 maggio, in Germania si celebra l’anniversario della Costituzione tedesca. È un po’ come il nostro 2 giugno (festa della Repubblica), ma fatto meglio. Solo qualche giorno fa, però, il 18 maggio, Maximilian Krah, capolista alle elezioni europee per Alternative für Deutschland (AfD), in italiano: “Alternativa per la Germania”, ha rilasciato alla stampa una dichiarazione che ha fatto ampiamente discutere: “Non tutte le SS possono essere considerate criminali di guerra”.

Di fronte all’assenza di provvedimenti da parte di AfD volti ad imporre una certa disciplina di partito, ecco che il cosiddetto “fronte sovranista” si è spezzato. Il Rassemblement National (RN), ex Front National (FN), tramite il braccio destro di Marine Le Pen, Jordan Bardella ha comunicato l’intenzione di non collaborare ulteriormente con AfD. Non si è fatta attendere la reazione di Salvini della Lega. Si è arrivati persino ad ipotizzare un’espulsione di AfD dal gruppo parlamentare europeo Identità e Democrazia, del quale fanno parte la Lega italiana, l’RN francese e l’AfD tedesca.

Solo dopo le reazioni degli alleati, AfD ha imposto a Krah di non fare più alcuna apparizione in pubblico. Il che ha indotto Krah a ritirarsi dalle elezioni europee ed a dimettersi dal partito: “Prendo atto del fatto che dichiarazioni oggettive e differenziate da parte mia sono state strumentalizzate come pretesto per danneggiare il nostro partito. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno in questo momento è una discussione su di me. L’Afd deve mantenere la sua unità. Per questo motivo rinuncio immediatamente a ulteriori apparizioni in campagna elettorale e mi dimetto da membro del consiglio federale”.

Per Krah non è il primo scandalo, un po’ di tempo fa, infatti, uno dei suoi collaboratori era stato arrestato per sospetto spionaggio a favore della Cina. Un atteggiamento assolutamente antipatriottico per chi dichiara di amare il proprio Paese. Ma questa sembra essere una caratteristica comune dei sovranisti europei: vendere il proprio Paese al miglior offerente (purché si tratti di potenze anti-occidentali, dove non esiste proprio il concetto di “diritto fondamentale”), l’importante è incolpare, poi, l’Unione europea dei risultati delle politiche irresponsabili condotte negli ultimi decenni dalle classi politiche nazionali.

Alle prossime elezioni europee, valutiamo bene chi sono i nostri “nemici”, cioè coloro che hanno cattive intenzioni: troveremo questi fuori dai confini dell’Europa o entro quelli del nostro Paese. Quelli del primo gruppo (extra UE) si chiamano Russia, Cina e islamismo. Quelli del secondo gruppo (in Italia) si chiamano sovranisti, antieuropeisti e populisti (ce ne sono anche al governo, e si vedono).

 

 

(23 maggio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Torino
cielo coperto
12.5 ° C
14.4 °
10.6 °
78 %
3.3kmh
98 %
Dom
14 °
Lun
21 °
Mar
20 °
Mer
20 °
Gio
18 °
PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE