Pubblicità
18.7 C
Torino
14.2 C
Aosta
21 C
Roma
PubblicitàLenteContatto.it
Pubblicità
HomeNotizieFatoumata Diawara libera tutti, al Teatro Regio Torino

Fatoumata Diawara libera tutti, al Teatro Regio Torino

Pubblicità
GAIAITALIA.COM TORINO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Mirko Saporita

Per l’evento serale del 25 aprile “Musica della Liberazione” realizzato per l’edizione 2024 del Torino Jazz Festival, Fatoumata Diawara ha portato sul palco del Teatro Regio Torino il suo ultimo album London Ko, per l’unica tappa italiana primaverile del suo tour mondiale.

Ad aprire il concerto sul palco del Regio la preziosa testimonianza di Adriana Cantore, la più giovane detenuta del carcere “Le Nuove” di Torino, durante il periodo fascista, dove ora continua a portare la sua esperienza e la sua memoria come volontaria. Dopo di lei, una raccolta di lettere e poesie in protesta al regime, scritte da partigiani e cittadini piemontesi.

Torniamo ora al concerto: la cantante malese Fatoumata Diawara ha eseguito diversi brani del nuovo album London Ko, che rappresenta non solo una valida collaborazione con il frontman dei celebri Blur, band rappresentativa del movimento britpop. Con lei sul palco il bassista Juan Finger, il chitarrista Jurandir Santana, il tastierista Fernando Tejero e Willy Ombe alla batteria. Fatoumata ha ricordato al pubblico che è oggi possibile cantare senza lamentare, ricordare la ricchezza della cultura africana, della forza delle donne e delle loro battaglie quotidiane, così nel mondo come in molti paesi del continente africano dove persiste la tragedia dell’infibulazione, l’inumana pratica della menomazione genitale femminile di cui lei stessa è stata vittima quando ancora bambina.

foto: Mirko Saporita | ©gaiaitalia.com 2024

Fatoumata Diawara ha sempre condiviso l’importante messaggio dell’empowerment femminile, della resistenza contro i soprusi e la violenza di quello che definisce -senza mai perdere il sorriso- un pazzo pazzo mondo. Da anni porta queste tematiche su ogni palco nel quale si esibisce, attingendo sempre con maggiore profondità alle sonorità jazz, raggae, fusion, desert blues e wassoulou; quest’ultimo è un genere musicale popolare africano a preponderanza femminile, condiviso da più nazioni e popoli dell’Africa occidentale e incitante all’attivismo sociale.

La cantante malese ha incoraggiato poi il vasto pubblico presente ad alzarsi, danzare e cantare con la sua band, rompendo così le regole dall’etichetta imposte dalla cornice del Teatro Regio, casa (se non tempio) della musica lirica e dell’opera a livello internazionale. L’espressiva empatia di Fatoumata Diawara ha trovato così accoglimento nel pubblico che si è lasciato andare in un ballo condiviso e libero, fino alla conclusione del concerto dove ha presentato sul palco i suoi due figli, nati dalla relazione con il marito comasco Nicolò Tomaselli.

 

(26 aprile 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Torino
cielo sereno
17.9 ° C
19.1 °
16.8 °
61 %
2.6kmh
0 %
Mar
18 °
Mer
17 °
Gio
14 °
Ven
16 °
Sab
18 °
PubblicitàAttiva DAZN

LEGGI ANCHE